«Gli hacker dell’Isis hanno violato le mail dei ministri di Cameron»

di Redazione | 12/09/2015

hacker isis

Gli hacker di Isis (ovvero il cosiddetto “cybercaliffato”) hanno violato le email personali di alcuni membri del governo britannico. Lo scopo era quello di captare informazioni delicate come l’agenda dei singoli ministri o dei membri della famiglia reale. A rivelarlo è il Daily Telegraph e a scoprire gli attacchi il Gchq, ovvero gli 007 elettronici inglesi.

LEGGI ANCHE: Cinque motivi per cui l’ISIS non può conquistare Roma

HACKER ISIS HANNO VIOLATO MAIL DEI MEMBRI DEL GOVERNO INGLESE

– Il Telegraph ha spiegato che, pur a conoscenza del fatto da mesi, almeno da maggio, ha potuto dare solo oggi la notizia, dopo l’uccisione ad opera di un drone britannico di una delle menti di questa operazione. Il quotidiano non fa il nome dei sospettati ma si ipotizza che dietro l’operazione di violazione ci sia Junaid Hussain, la guida del cybercaliffato uccisa il 18 agosto scorso, o Reyaad Khan, che organizzò l’attentato sventato il 15 agosto scorso contro Elisabetta II e lo stesso Cameron alle celebrazioni per i 70 anni dalla fine della II Guerra Mondiale nel Pacifico.

(foto copertina Ansa)

TAG: ISIS