Call center per accogliere i profughi, in Toscana già 100 chiamate

di Redazione | 09/09/2015

Dalla Toscana arriva una lezione di solidarietà nei confronti dei profughi che nei mesi scorsi sono scappati da guerre e dittature per cercare riparo in Europa. Il numero di telefono al quale rivolgersi per accogliere gli stranieri sbarcati in Italia (331.69.83.061, messo a disposizione dalla Regione e sponsorizzato anche dal governatore Enrico Rossi) ha già ricevuto, in un solo giorno, circa un centinaio di chiamate da parte di famiglie intenzionati a dare una mano ai rifugiati.

 

#RefugeesWelcome In un solo giorno più di 100 famiglie hanno già chiamato per offrire la propria disponibilità ad…

Posted by Enrico Rossi Presidente on Martedì 8 settembre 2015

 

LEGGI ANCHE:
Profughi, Juncker: «Dobbiamo accettare chi fugge. Le regole ci sono, vanno rispettate»
Profughi, il piano tedesco: creare 150mila posti letto e assumere 3mila poliziotti
Vicenza, i fedeli dicono no al parroco: «La canonica ai profughi? No, sono musulmani»

 

Si legge su La Nazione:

«Si tratta di una risposta generosa da parte dei toscani che sconfigge chi ha soffiato e soffia sul fuoco dell’odio e degli egoismi – commenta soddisfatto il presidente della Toscana, Enrico Rossi – . Sono certo che la già consistente mole di offerte di disponibilità aumenterà nelle prossime ore e sarà tale da smentire diffidenze e paure». «La Toscana – conclude – ancora una volta si dimostra terra accogliente». Il telefono per l’accoglienza in alcuni momenti della giornata ha squillato così tanto che qualcuno, una trentina di persone, ha trovato occupato. «Ci scusiamo con tutti coloro a cui non siamo riusciti a rispondere – dice Rossi – Per i prossimi giorni ci organizzeremo meglio».

 

TAG: Profughi