Migranti, l’Inghilterra rilascia il camionista italiano

di Redazione | 29/08/2015

Migranti, l’Inghilterra rilascia il camionista italiano che era stato accusato di reati connessi all’immigrazione clandestina insieme a 27 clandestini rinvenuti a bordo del suo mezzo, fermato presso un’area di servizio sulla M25, nel Surrey. Totalmente estraneo ai fatti il nostro connazionale, che ha potuto dimostrare che i migranti si erano introdotti illegalmente nel suo mezzo di trasporto, come d’altronde accade abbastanza di frequente.

MIGRANTI, L’INGHILTERRA RILASCIA IL CAMIONISTA ITALIANO –

I 28 arrestati, fra cui il camionista di nazionalità italiana e i 27 migranti (quattro iracheni, nove iraniani, due vietnamiti, un turco e un siriano) erano stati trattenuti dalle autorità dopo le visite mediche di rito. Scrive Repubblica che “accade di frequente che i migranti  – che in fuga da fame e guerre, sempre più numerosi scelgono la via su strada per entrare in Europa – salgano di soppiatto sui tir, con l’aiuto di trafficanti di esseri umani, nelle varie stazioni di servizio in cui gli autisti si servono durante i lunghi viaggi”.

LEGGI ANCHE: Migranti, Paolo Gentiloni: “Nell’Ue è cambiato qualcosa”

Proprio l’autista si era fermato nell’area di servizio sulla M25, l’anello autostradale intorno a Londra, dopo aver sentito rumori sospetti nel suo mezzo di trasporto. I migranti stessi avrebbero confermato di essersi introdotti di nascosto nel mezzo; la dinamica sarebbe stata confermata sia da fonti diplomatiche che dall’Home Office britannico, che ha già fatto sapere che chi non ha titolo per rimanere in Gran Bretagna sarà rispedito a casa.

TAG: migranti