miss italia musulmana
|

Miss Italia, minacce alla concorrente musulmana: «Infedele, ora ti servirà la scorta»

Ahlam El Brinis, 20enne di Montebelluna che partecipa alle prefinali di Miss Italia, è stata presa di mira sui social network. La sua colpa? Esser musulmana.
A raccontare il caso è la tribuna di Treviso:

Ora quella corona è diventato il suo obiettivo principale. Per la famiglia, per la nonna, per il fidanzato, ma anche per prendersi una rivincita su quanti non hanno creduto in lei, su chi la minaccia sui social network, su chi la offende tirando in ballo l’Islam. Ahlam El Brinis, splendida ventenne di Montebelluna – anche se è nata a Padova e ha vissuto tra Camposampiero e Borgoricco – rimanda al mittende le minacce ricevute via Facebook, con la “sfida” alla religione musulmana portata in passerella. Chi, come il concittadino Hassan, scrive che l’Islam «non è mai stato una religione per le zoccole come lei», chi, come Loretta, la vede male, scrivendo «non so fino a quando, quelli dell’ Islam, glielo permetteranno», chi drasticamente la definisce «non musulmana» e «le toccherà girare con la scorta».

miss italia musulmana

LEGGI ANCHE: Perché ci stupiamo per una ragazza musulmana a Miss Italia?

MISS ITALIA E LE MINACCE: IL SORRISO DI AHLAM

– Ahlam però resiste e non si fa abbattere. «Penso che chi si riduce a scrivere minacce sui social network sia una persona ridicola», ha spiegato al quotidiano locale.
«Sono sempre pronti tutti a puntare il dito quando non si rischia nulla: così è facile, si commenta e basta, sono cose che finiscono subito. Offese e minacce non mi feriscono, io vado avanti per la mia strada, se tutto andrà bene avrò altre persone a cui dedicare i miei successi. L’appoggio della mia famiglia – e del fidanzato Christian, che sui social la difende a spada tratta, ndr – è totale: i miei genitori sono arrivati in Veneto dal Marocco negli anni ’80, lavorano qui da quando hanno 20 anni».

miss italia musulmana