Spagna, prima inredibile sanzione per la «Ley mordaza»

di Redazione | 18/08/2015

Prima sanzione ai sensi della «legge mordacchia» in Spagna, una multa incredibile, la notizia della quale ha già fatto il giro del mondo.

 

ley-mordaza

LA SPAGNA INAUGURA LA LEGGE MORDACCHIA –

La Ley de Seguridad Ciudadana, conosciuta come «Ley Mordaza» è entrata in vigore il primo luglio scorso in Spagna. Votata in solitudine dalla maggioranza del Partido Popular contro tutti, sanziona 44 comportamenti divisi tra lievi, gravi e molto gravi e impone sanzioni fino a 600.000 euro, volte principalmente e reprimere la libertà d’espressione e soprattutto quelle di manifestare e denunciare pubblicamente la mancanze di politici e istituzioni.

800 EURO PER UNA FOTO SU FACEBOOK –

È toccato a una donna essere la prima sanzionata a norma della nuova legge, denunciata da due agenti di polizia locale perché ha pubblicato sul gruppo Fecebook “No eres de Petrer si no…” (Non sei di Petrer se non…). I due hanno detto di sentirsi «feriti nell’onore», anche se niente nell’immagine riconduceva alle loro persone, perché avevano parcheggiato nello spazio per invalidi per ragioni di servizio, dovendo rispondere a una denuncia per il danneggiamento di un vicino parco pubblico.

LEGGI ANCHE: La legge “Mordaza”, il “bavaglio” di Rajoy, fa infuriare tutta la Spagna

LA DENUNCIA DEI VIGILI OFFESI –

Il rappresentante della polizia locale ha detto che i loro superiori hanno cercato di dissuaderli, ma inutilmente, e così la denuncia è partita e la sanzione è stata erogata. L’esempio sembra perfetto per confermare come la «legge mordacchia» sia un attentato alle libertà civili e abbia ben poco a che fare con la sicurezza cittadina e infatti la cronaca dell’episodio, avvenuto la settimana scorsa, ha presto fatto il giro del mondo.