Traduzione di «Gli ultimi giorni di Tiberio» (Versione Tacito, seconda prova)

di Redazione | 17/06/2015

seconda prova latino versione traduzione

TRACCE SECONDA PROVA – LATINO, LA VERSIONE DI TACITO GLI ULTIMI GIORNI DI TIBERIO (12.45)

Ed ecco, finalmente, la traduzione della versione di latino di Tacito, “Gli ultimi giorni di Tiberio” che costituiva la seconda prova al liceo classico

Il fisico, ogni altra energia, ma non la dissimulazione abbandonavano Tiberio. Identica la freddezza interiore; circospetto nelle parole e nell’espressione, mascherava, a tratti, con una cordialità manierata il deperimento pur trasparente. Dopo spostamenti più frenetici, si stabilì da ultimo in una villa, presso il capo Miseno, appartenuta in passato a Lucio Lucullo. Che lì si stesse approssimando la sua fine, lo si seppe con questo espediente. Si trovava là un medico valente, di nome Caricle, il quale, senza intervenire direttamente sullo stato di salute del principe, era però solito offrirgli tutta una serie di consigli. Costui, fingendo di accomiatarsi per badare a questioni personali, presagli la mano, come per ossequio, gli tastò il polso. Ma non lo ingannò, perché Tiberio, forse risentito e tanto più intenzionato a nascondere l’irritazione, ordina di riprendere il banchetto e vi si trattenne più del solito, quasi intendesse onorare la partenza dell’amico. Tuttavia Caricle confermò a Macrone che Tiberio si stava spegnendo e che non sarebbe durato più di due giorni. Da allora fu un rapido intrecciarsi di colloqui tra i presenti e un susseguirsi di messaggi ai legati e agli eserciti. Il sedici di marzo Tiberio rimase senza respiro e si credette concluso il suo corso terreno; e già Gaio Cesare, accompagnato da una folla di persone plaudenti, usciva a gustare la prima ebbrezza dell’impero, quando giunse la notizia che a Tiberio tornava la voce, che aveva riaperto gli occhi e che chiedeva che gli portassero del cibo, per rimettersi dallo sfinimento. Si diffuse il panico in tutti, e si dispersero gli altri, fingendosi ciascuno mesto o sorpreso; Gaio Cesare, in un silenzio di pietra, aspettava, dopo quella vertiginosa speranza, la definitiva rovina. Macrone, senza perdere la testa, fa soffocare il vecchio sotto un mucchio di coperte e allontana tutti dalla soglia. Così finì la vita di Tiberio a settantotto anni di età.

TRACCE SECONDA PROVA – LATINO, LA VERSIONE DI TACITO (11.48)

Studenti.it, fornisce la versione di latino di Tacito, la traduzione di Gli ultimi giorni di Tiberio:

TRACCE SECONDA PROVA, VERSIONE LATINO – TACITO, ARRIVANO LE PRIME CONSEGNE? (11.00)

Per il liceo classico il tempo massimo per svolgere la versione di Tacito (Gli ultimi giorni di Tiberio) era di quattro ore. La prova è iniziata intorno alle 8.30 con consegna non prima delle 11.30. Tra pochi minuti, quindi potremmo avere i primi commenti dagli studenti: com’era questa versione di Tacito?

TRACCE SECONDA PROVA, VERSIONE LATINO – TACITO, COSA DICONO? (10:45)

Chi non si sta ancora mettendo le mani nei capelli sulla versione di Tacito, commenta a tutto spiano:

TRACCE SECONDA PROVA, VERSIONE LATINO – NEL FRATTEMPO… (10:23)

… allo scientifico, dice sono tutti impegnati con la prova di Matematica, le cose non sembrano andare troppo bene…

E, al linguistico…

TRACCE SECONDA PROVA, VERSIONE LATINO – TACITO, CROCE O DELIZIA? (10:00)

Benché Tacito non sia un autore da stappare lo spumante, qualcuno sembra essere stato comunque fortunato.

TRACCE SECONDA PROVA, VERSIONE LATINO – «TACITO NO, VI PREGO» (09:40)

Già ieri sera circolavano tweet di scongiuri: «ti prego non Tacito» dicevano gli studenti. E invece è uscito proprio Tacito…

TRACCE SECONDA PROVA, VERSIONE LATINO – L’INTRODUZIONE ALLA VERSIONE DI TACITO (09:27)

Circolano le prime foto della versione di Tacito della seconda prova d latino della Maturità 2015: prima del testo latino da tradurre “Gli ultimi giorni di Tiberio” (che trovate più sotto, insieme alla relativa traduzione) c’è una breve introduzione:

Un famoso medico, tastando il polso dell’imperatore Tiberio, ne pronostica la fine imminente: dopo pochi giorni l’imperatore viene creduto morto. Mentre Caligola inizia a gustare le primizie del potere, improvvisamente Tiberio si riprende…

Non si tratta di informazioni cruciali per la traduzione della versione di Tacito, ma servono a inquadrare la scena in cui si colloca il brano. Sarebbe la prima volta che nelle tracce della versione di latino compare questa introduzione.

TRACCE SECONDA PROVA, VERSIONE LATINO – LA TRADUZIONE DI TACITO (08:59)

Al classico è uscito Tacito, gli ultimi giorni di Tiberio, tratto dagli Annali (VI, 50). E sul web impazzano proposte di versioni di latino e traduzioni tra i commenti degli utenti

TRACCE SECONDA PROVA, VERSIONE LATINO – TACITO GLI ULTIMI GIORNI DI TIBERIO (08:59)

Ecco il testo della versione di latino:

Iam Tiberium corpus, iam vires, nondum dissimulatio deserebat: idem animi rigor; sermone ac vultu intentus quaesita interdum comitate quamvis manifestam defectionem tegebat. mutatisque saepius locis tandem apud promunturium Miseni consedit in villa cui L. Lucullus quondam dominus. illic eum adpropinquare supremis tali modo compertum. erat medicus arte insignis, nomine Charicles, non quidem regere valetudines principis solitus, consilii tamen copiam praebere. is velut propria ad negotia digrediens et per speciem officii manum complexus pulsum venarum attigit. neque fefellit: nam Tiberius, incertum an offensus tantoque magis iram premens, instaurari epulas iubet discumbitque ultra solitum, quasi honori abeuntis amici tribueret. Charicles tamen labi spiritum nec ultra biduum duraturum Macroni firmavit. inde cuncta conloquiis inter praesentis, nuntiis apud legatos et exercitus festinabantur. septimum decimum kal. Aprilis interclusa anima creditus est mortalitatem explevisse; et multo gratantum concursu ad capienda imperii primordia G. Caesar egrediebatur, cum repente adfertur redire Tiberio vocem ac visus vocarique qui recreandae defectioni cibum adferrent. pavor hinc in omnis, et ceteri passim dispergi, se quisque maestum aut nescium fingere; Caesar in silentium fixus a summa spe novissima expectabat. Macro intrepidus opprimi senem iniectu multae vestis iubet discedique ab limine. sic Tiberius finivit octavo et septuagesimo aetatis anno.

 

TRACCE SECONDA PROVA, VERSIONE LATINO – È USCITO TACITO (08:45)

Dopo i primissimi rumor che vedono Tacito per la versione di latino della Maturità 2015, sui social regna una calma strana. Sappiamo che Tacito era uno degli autori più temuti dagli studenti impegnati con la traduzione dal latino e pare, purtroppo, che i peggiori incubi di molti studenti si siano avverati.

TRACCE SECONDA PROVA, VERSIONE LATINO – TACITO GLI ULTIMI GIORNI DI TIBERIO (08:45)

Le indiscrezioni parrebbero essere sicure (ma sono ancora tutte da confermare): Tacito, Gli ultimi giorni di Tiberio per la versione di latino 2015

TRACCE SECONDA PROVA, VERSIONE LATINO – TACITO? (08:42)

Secondo le primissime indiscrezioni riportate da Studenti.it la versione di latino è Tacito “Gli ultimi giorni di Tiberio”

TRACCE SECONDA PROVA, VERSIONE LATINO – L’ULTIMO APPELLO (08:40)

Le buste contenente la versione di latino 2015 sono già state aperte e i maturandi sono in attesa di conoscere il nome dell’autore di dovranno fare la tradizione di latino. Ormai quel che fatto, ma c’è chi non rinuncia a un ultimo disperato appello

TRACCE SECONDA PROVA, VERSIONE LATINO – LA CHIAVE TELEMATICA (08:34)

Ecco il tweet del ministero con la chiave elettronica per aprire le buste contenenti le tracce della seconda prova, versione di latino compresa. La seconda prova è ufficialmente iniziata.

TRACCE SECONDA PROVA, VERSIONE LATINO – ULTIMI SCONGIURI (08:30)

Tra una manciata di minuti verranno aperte le buste elettroniche contenente la versione di latino della seconda prova della Maturità 2015. Il sogno di ogni studente è che possa uscire Cesare, anche se si tratta di un’ipotesi piuttosto remota. Intanto su Twitter ci si dedica a complicati rituali scaccia-tensione:

Seconda prova 2015: versione di latino

per gli studenti del liceo classico. Dopo la prima prova di ieri è tempo di pensare alla seconda prova di latino con la traduzione di una versione dai classici che spaventa sempre (e non poco) i maturandi del liceo classico.

Segui anche:
Diretta seconda prova 2015 matematica – Speciale Maturità 2015
Diretta tracce seconda prova Maturità 2015

seconda prova latino versione traduzione
ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

SECONDA PROVA LATINO 2015: LA VERSIONE –

Come sappiamo, al liceo classico si alternano ogni anno latino e greco: la seconda prova 2015 è latino versione che gli studenti dovranno tradurre in quattro ore. Lo scorso anno, turno di greco, aveva visto Luciano di Samosata come autore selezionato dal ministero, con il brano ‘L’ignoranza acceca gli occhi’, tratto da ‘Come difendersi dalla calunnia’, che aveva diviso gli studenti tra chi ha giudicato la versione “fattibile” e chi invece è rimasto piuttosto perplesso dalla traduzione effettuata.

SECONDA PROVA LATINO 2015: LE INDISCREZIONI E LA TRADUZIONE –

Anche per quanto riguarda la versione di latino 2015 c’è stato il classico toto-versione: solitamente gli autori “preferiti” dal ministero sono Cicerone, Seneca e Tacito, ma anche Quintiliano, Petronio e Plinio il Giovane. Difficile dire quale sarà l’autore della seconda prova di latino, certo è che la maggior parte degli studenti del liceo classico non vorrebbe mai trovarsi a dover svolgere una versione di Seneca, mentre Tacito divide gli animi, come Cicerone. Nel 2013, anno della versione di latino, fu la volta di Quintiliano, che non dispiacque troppo agli studenti impegnati nella sua traduzione dal latino. La paura che la versione per la seconda prova di latino sia Tacito è ben espressa da questa foto:

tracce seconda prova maturità 2015 latino

SECONDA PROVA LATINO 2015: COME AFFRONTARE LA VERSIONE DI LATINO –

Come si fa la versione di latino della Maturità 2015? Come tutte le altre versioni svolte durante gli anni del liceo: secondo gli esperti della seconda prova di latino la traduzione deve procedere passo dopo passo, armandosi di pazienza e dizionario. Prima si individuano tutti i verbi, poi i soggetti. A quel punto si ricostruisce la frase per intero, aiutandosi con l’analisi logica, e si comincia a tradurre dal latino partendo dai soggetti, poi i predicati e infine i vari complementi.

(Photocredit copertina: ANSA/STRINGER)