elezioni regionali impresentabili
|

Il Fatto conta 31 impresentabili. In Campania 19, ben 15 con Caldoro

Sembra non arrestarsi mai il conteggio dei candidati definiti «impresentabili» in corsa alle Elezioni Regionali del 31 maggio. L’ultimo elenco è stato pubblicato stamane sul Fatto Quotidiano ed include 31 nomi tra indagati, condannati, o estremisti di destra ed ex finiti in lista. Tra loro ben 19 sarebbero campani, solo 4 appartenenti al centrosinistra e 15 invece a sostegno del governatore uscente Stefano Caldoro. Nei 31 impresentabili spuntano poi 6 candidati alla carica di governatore, 4 di centrosinistra (Vincenzo De Luca in Campania, Raffaella Paita in Liguria, Francesco Acquaroli nelle Marche ed Enrico Rossi in Toscana) e 2 di centrodestra (Adriana Poli Bortone in Puglia e Gian Mario Spacca nelle Marche).

 

LEGGI ANCHE: De Luca: «Per fermarmi mi devono solo sparare in testa» (VIDEO)

 

IMPRESENTABILI, IN CAMPANIA 4 NEL CSX E 15 NEL CDX –

Per quanto concerne la coalizione di De Luca, Il Fatto Quotidiano considera impresentabili anche Enricomaria Natale e Attilio Malafronte, candidati per Campania in Rete, e Tommaso Barbato, in corsa per Campania Libera. Nella coalizione di centrodestra, invece, gli impresentabili sarebbero: Marco Nonno, Alberto Gambino e Luciano Passariello di Fratelli d’Italia, Sergio Nappi e Gennaro Salvatore della lista Caldoro Presidente; Pietro Diodato, Pietro Foglia, Ugo De Flaviis, Paolo Romano e Fernando Errico del Nuovo Centrodestra; Gennaro Castiello di Noi Sud; Sandra Lonardo, Massimo Ianniciello, Gennaro Cinque e Giuseppe Galasso di Forza Italia. Hanno scritto Alessandro Mantovani e Carlo Tecce:

Domani la Commissione antimafia diramerà la sua lista di impresentabili, qualche nome proviene dalla Puglia. Qualche altro, di cui si sta discutendo in queste ore, arriverà dalla Campania. I criteri per definire impresentabili i candidati alle Regionali di domenica sono tanti e vari. L’Antimafia s’è fermata a un elenco di quattro nomi, il Fatto Quotidiano, considerando indagati, condannati, arrestati, estremisti di destra ed ex, può arrivare tranquillamente a oltre 40. In pagina ci sono 30 nomi, volti e storie di candidati alla carica di governatore o di consigliere, spesso di nuovo in corsa per un secondo o terzo mandato.

(Foto: Alessandro Di Meo / Ansa)