Premio regia televisiva 2015, “Striscia la Notizia” contro la Rai: «Ci ha censurato»

di Redazione | 26/05/2015

Striscia la Notizia

«La Rai? Si è nascosta dietro l’AgCom per censurarci con la scusa della par condicio, che non c’entra». Ad accusare l’azienda di Viale Mazzini è “Striscia la Notizia“, attaccando l’emittente del servizio pubblico per non aver mandato in onda il filmato satirico che aveva inviato all’organizzazione del “Premio regia televisiva 2015″. Ovvero, un video che raccoglieva due minuti e mezzo di gag con i politici nelle vesti dei “super-eroi”: da RenziLa cosa”, passando ad AlfanoMr. Fantastic”, fino a BerlusconiCavaliere Mascarato”.

Leggi anche: Striscia la Notizia contro Masterchef: consegnati tre tapiri d’oro “allo spiedo” ai giudici

STRISCIA LA NOTIZIA CONTRO LA RAI –

 

Secondo il programma Mediaset, Rai mente perché si sarebbe nascosta dietro l’authority per le garanzie nelle comunicazioni «per giustificare il proprio atteggiamento di censore più realista del re». Il motivo? Si sarebbe appellata alle norme sulla par condicio, che non sono però applicabili alla satira (come già chiarito in passato dalla stessa Autorità, come nel caso Crozza, ndr)

In un comunicato diffuso sul proprio sito Striscia la Notizia ha denunciato: 

«Una volta costretta a prendersi le proprie responsabilità, ha mentito di nuovo sostenendo di avere avvisato Striscia domenica, mentre l’organizzazione ha segnalato lo stop al filmato soltanto lunedì verso le 17.30, cioè poche ore prima di andare in onda.

Leggi anche: Fabio e Mingo: ora Striscia la Notizia cerca i complici

Striscia ha comunicato che trasmetterà il filmato durante il programma di questa sera in onda su Canale 5 dalle 20.40.

(Photocredit: Screenshot Striscialanotizia.mediaset.it)