Regionali Liguria confronto Sky
|

Regionali Liguria: la sfida Sky tra Paita, Tosi, Pastorino e Salvatore. Vince il candidato del M5S

Chi ha vinto la sfida Sky? Finito il confronto tra Alice Salvatore del Movimento 5 Stelle, Luca Pastorino legato alla minoranza Pd, Giovanni Toti di Forza Italia e Raffaella Paita del Pd. Ecco le percentuali. Vince Alice Salvatore del Movimento 5 Stelle con il 35 per cento delle preferenze. Al secondo posto Giovanni Toti con il 27 per cento. Terza Raffaella Paita con il 25 per cento. Ultimo Luca Pastorino con il 13 per cento.

Confronto Sky Liguria Diretta

ore 22.36 – Appelli finali: Salvatore: “voglio essere una cittadina libera che garantisca la partecipazione alla vita pubblica garantendo la partecipazione delle persone”. Luca Pastorino: “io sono candidato presidente. Se eletto consigliere resto consigliere. Come detto prima noi siamo quelli che hanno detto basta alla conservazione del potere. Capisco i delusi della politica e del Pd. Non abbiamo amici o parenti da sistemare. Da sindaco ho aperto un asilo nido, un ambulatorio, ho investito nel turismo. Ho tutto da perdere invece ho deciso di rinunciare alla mia coerenza. Questo è il mio impegno per i liguri”. Toti: “io voglio dire basta a 10 anni di Burlando. Chi pensa si può pagaremoltissime tasse per la peggiore sanità d’italia, per chi pensa che è meglio spendere per il Giro d’Italia anziché Expo e chi vuole sentire parlare di grandi opere sotto elezioni allora voti il Pd. Chi vuole il cambiamento voti noi”. Paita: “Voto a Burlando? cambieremo ciò che c’è cambiare e terremo l’autorevolezza. E’ una sfida tra una destra brutta e xenofoba mentre io voglio cambiare il territorio per dare incentivi alle aziende e che riassumano la gente che ha perso il posto di lavoro”.

ore 22.29 – Risposta a Luca Bizzarri che ha parlato di tutti e quattro i candidati. Paita: “non mi si può accusare di continuità con la giunta Burlando. Penso al futuro e so che Bizzarri si ricrederà”. Salvatore: “Sono una cittadina libera. Competenza significa attitudine al discorso”. Su di lei Bizzarri aveva detto che non si capisce dal suo curriculum come potrebbe diventare Presidente di Regione. Pastorino: “Non sono lì a gnegneare con Renzi e gliel’ho detto se si ricordava di me. Gli ho detto che io sono quello che ha mandato a quel paese tutti. Quando salivano sul carro io sono sceso. Voglio rimanere sindaco di Paese”. Toti, definito un “Gabibbo bianco con cui scenderemo in campo per conquistare Novi Ligure”: “il mio primo atto è quello di conquistare Novi Ligure. Seriamente, spero sia uno di quelli che vuole cambiare dopo 10 anni”.

ore 22.21 – Sanità: “La sanità regionale costa 800 euro in più a testa rispetto alle regioni più virtuose e ci sono persone che vanno in altre regioni. Lo stato attuale della sanità è messa male e ci sono molte criticità in questi anni”. Paita: “il centrodestra ha lasciato 300.000.000 di euro sulla sanità. L’abbiamo abbattuto ed ora taglieremo le liste d’attesa. Salvatore: “per togliere la politica dalla sanità bisogna abbandonare il tema delle nomine politiche. Noi vogliamo un concorso pubblico per curricula per valorizzare il merito ed il talento”. Pastorino: “aboliremo la scandalosa legge sui primari. Nonostante i problemi l’attuale governo ha pensato a loro quando bisogna risolvere la questione delle liste d’attesa e l’azione dei medici di base”.

 

ore 22.21 – Pensioni e sentenza della Corte Costituzionale sul blocco delle indicizzazioni. Pastorino: “chiesti ai pensionati tanti sacrifici. E non capisco perché il limite di povertà è superiore alla pensione minima”. Toti: “I pensionati sono i più colpiti da questo governo. Monti portò via 18 miliardi per mettere a posto i conti ma i numeri sono sballati e per questo chiedo all’esecutivo dove sono i 18 miliardi”. Paita: “vogliamo dare una mano ad una categoria fragile, i pensionati sono stati truffati dal governo Berlusconi. Saremmo stati come la Grecia. Adesso non si possono dare più soldi ai pensionati”. Salvatore: “rimborsi iniqui. Avevamo proposto un contributo di solidarietà dalle pensioni oltre i 5.000 euro.

ore 22.17 – Porti ed accorpamento tra Genova, Spezia e Marina di Carrara. Il futuro del porto di Genova Salvatore: “accorpamento rischioso, ci vuole una regia. Dobbiamo insistere sulla burocrazia per velocizzare lo sdoganamento della merce”. Pastorino: “un errore. L’accentramento non va bene. Dobbiamo rivendicare il tema dell’autonomia finanziaria e del sistema dei porti. Toti: “sono contrario all’accorpamento. Ci vorrebbe il ritorno del ministero della Marina Mercantile. Per lo sdoganamento ci vogliono i lavori e bisogna ampliare il porto. Paita: “i tre porti possono lavorare insieme ma non siamo d’accordo sulla perdita di autonomia dei porti. Domani parleremo con Delrio di questo tema a Genova. Stiamo realizzando il terzo valico”. Salvatore chiede il diritto di replica per Toti: “le grandi opere distruggono l’ambiente ed io mi chiedo se non è meglio prima fare lavori a misura d’uomo sull’unico binario di Voltri”. Replica anche Toti: “il terzo valico è finanziato dal governo Berlusconi. La Gronda è stata bloccata per 10 anni dal Pd quando venne studiata da Biasotti. E sarebbe bene che i ministri vengano dopo la campagna elettorale”. Replica anche Paita: “i porti fanno record importantissimi e domani parleremo della nuova diga col ministro Delrio”.

ore 22.04 – Immigrazione e sicurezza. Paita: “dobbiamo rafforzare il controllo e oggi il governo sta cercando di chiedere un aiuto al Paese che non può essere lasciato solo. In Liguria non c’è stata emergenza ma non vuole altri immigrati”. Salvatore: “la regione Liguria è una regione d’Europa. Dobbiamo capire quale sia il numero massimo di migranti per garantire un’assistenza dignitosa”. Pastorino: “la quota della Liguria è giusta. Molto dipenderà anche dalle iniziative a livello nazionale”. Toti: “questo governo ha fatto entrare in Italia più di 100.000 clandestini”. Intanto Pastorino e Salvatore hanno parlato a parte. Ho chiesto il ripristino dei militari per le strade di Genova. Mi dicono che ci sono ma nessuno li ha visti”.

ore 21.59 – Proprietà: Toti: “ho raccolto poche decine di migliaia di euro, prendevo di più da direttore di due telegiornali. Risiedo ad Ameglia dal 2001”. “Paita: il mio isee è di 106.000 euro lordi, ho due case, una piccolissima a Pieve Ligure di 60 metri quadri e una di La Spezia da 100 metri quadri”. Salvatore: “il mio Isee? 2.900 euro. Studiavo al dottorato. Raccolto 16.000 euro dai cittadini”. Pastorino: “sono sindaco a titolo gratuito (Pastorino è sindaco di Bogliasco, ndr). Ultimo reddito? 99.000 euro. I soldi che davo al Pd ed ora li usco per campagna elettorale. Poi ho il reddito di un’attività di cui son socio”.

ore 21.55 – Spese pazze regionali: 5 milioni l’anno per i vitalizi, sono troppi? stipendi (8500 euro), li abbassate? Assegni di fine mandato, li abolite? Pastorino: “sono aboliti dal prossimo ciclo. Andrebbe fatto anche da adesso”. Riduzione dello stipendio, 4000 euro va bene, abolito l’assegno di fine mandato e posteggio in regione per tutta la vita”. Toti: “abolire i vitalizi. Per il passato c’è il tema dei diritti acquisiti. Se dipendesse da me…aumenterei gli stipendi dei sindaci. Uno stipendio di un consigliere dev’essere quello di un sindaco di una grande città. Assegno di fine mandato? Non ha senso”. Paita: “abbiamo tagliato i vitalizi, voglio stipendi vicino a quelli dei sindaci. Assegno di fine mandato? Si toglie, nessun problema. E non ho uno scontrino contestato”. Salvatore: “Per noi 2.500 euro vanno bene. Il resto va nel fondo microcredito per le imprese. Assegno di fine mandato va cancellato così come i vitalizi. Confronto Sky Liguria Diretta ore 21.48 – Domanda alla Paita da una sostenitrice della Salvatore: “cosa vuole fare contro la corruzione ricordando gli scandali delle primarie, sugli arresti e le chiediamo di rispondere”. Paita: “L’unico candidato che si è ritirato dalle elezioni è del Movimento perché accusato di essere vicino alla Mafia”. Replica di Alice Salvatore: “La persona è incensurata ed è accusato di avere un’amicizia con un’altra persona incensurata, non come Raffaella Paita”.

ore 21.46 – Domanda a Toti: “la Giunta Burlando ha approvato una norma salva-Primari. Ci garantisce che non assisteremo ad un altro Patto del Nazareno al pesto?”. “Adoro il pesto, non il patto del Nazareno. Non ci sarà perché vinceremo. Il nostro programma è diverso dal Pd. Guardo al passato e penso a una Regione più snella con primari scelti non da nomine politiche

ore 21.44 – Domanda a Pastorino sul bertinottismo 2.0 evocato da Matteo Renzi: “Non so chi possa accostarmi a Bertinotti. Qualcuno puo’ pensare invece a Burlando 2.0 parlando a Raffaella Paita. Io sono uscito dal Pd e credo che questa polemica abbia poco a che fare per la Liguria. Soffoca i temi e di questo dobbiamo parlare”.

ore 21.41 – Si va a Genova, in Piazza De Ferrari. Una supporter di Toti, Ilaria Cavo, chiede a Salvatore: “dite no alla Gronda, al Terzo Valico, alla diga in porto. Come rilanciate la Regione con questi no?”. Salvatore: “Basta avere la volontà politica. Negli anni ’70 i rapidi da Genova a Milano ci mettevano un’ora e 15, ora due ore. Ammoderniamo. Siamo d’accordo con le opere utili”. Confronto Sky Liguria Diretta ore 21.36 – Impresentabili: Paita: “non li abbiamo in lista”. Salvatore: “Impresentabili? In studio. Raffaella Paita”. Pastorino: “no”. Toti: “non penso”. Paita chiede il diritto di replica ma poi dice che non lo usa.

ore 21.34 – Prime repliche: Paita: “non si può attivare un reddito di cittadinanza. Noi vogliamo dare 400 euro al mese ai giovani per ripulire il territorio”. Toti: “I disoccupati non sono diminuiti. Il debito è ai massimi, il deficit è ai massimi, i pensionati non avranno indietro i loro soldi”. Pastorino: “L’amministrazione uscente aveva dentro anche la Paita. Il nostro programma prevede le coperture. L’esperienza di Garanzia Giovani in Liguria va archiviata”. Salvatore: “Wi-fi gratuito per tutta la regione. E trovo che riversare le responsabilità sui tecnici del passato manifesta incapacità”.

ore 21.31 – Agnesi, lavoro e occupazione: un minuto a testa. Toti: “Agnesi è un marchio strategico per la Liguria per integrazione tra turismo e food. Bisogna intervenire in una regione con la disoccupazione giovanile a circa il 50 per cento. Si può fare riducendo le tasse”. Paita: “l’Italia è ripartita e non rimpiange il periodo Berlusconi. Incontrerò i lavoratori in questi giorni”. Salvatore: “Abbiamo una disoccupazione giovanile superiore alla media nazionale. 110.000 liguri in condizioni di povertà. Vogliamo un reddito di cittadinanza di 500 milioni di euro togliendoli ad opere pubbliche che non vedono mai la fine. Rilanciamo l’impresa tagliando l’Irap. Pastorino: “Reddito minimo di autonomia, 800 euro per vivere dignitosamente e provare a tornare nel mondo del lavoro. Crediamo che si possano creare 30.000 posti di lavoro sul controllo del territorio, il ciclo del turismo, efficientamento energetico, usando anche i fondi europei.

ore 21.25 – Dolcenera: dissesto idrogeologico ed alluvioni. Un minuto e mezzo. Parte Pastorino: “il principio dello stop al consumo di suolo dev’essere una priorità. Si puntano a delocalizzare strutture. Centro commerciale a Bogliasco? Una storia lunga 50 anni”. Toti: “Si sono persi 10 anni. Burlando non ha usato soldi e poteri per mettere a posto il Bisagno. Serve un vero commissario”. Paita: “sono l’unico assessore indagato per non aver dato l’allerta quando in 10 anni 100 allerte sono state bloccate dai tecnici”. Salvatore: “dobbiamo fare la manutenzione che non è mai stata fatta. Riportare l’alveo al suo stato naturale. Così già ad autunno avremmo la messa in sicurezza. Ci faremo trovare pronti. E rinaturalizzeremo gli argini.

Confronto Sky Liguria Diretta ore 21.18 – Prima domanda: si paragona la Liguria all’Ohio, uno stato determinante per l’elezione degli Usa. E chi vince in Liguria vince anche a livello nazionale. Alice Salvatori: noi porteremo competenza, onestà e cambiamento”. Pastorino: “ho l’aspettativa per un nuovo partito nazionale ma la sfida parte dalla Liguria, da persone che dicono basta. Valenza nazionale? L’ha data Renzi”. Toti: “il centrodestra vuole inventare un’alternativa che puo’ essere una risposta nazionale. Vogliamo un buon governo per la Liguria”. Paita: “sono sicura che festeggeremo con una grande vittoria sicuramente in Liguria. Vogliamo aiutare le aziende e abolire l’Irap. Una sfida a due, Pd e la destra”.

Confronto Sky Liguria Diretta ore 21.12 – Si ricordano le regole: stesse domande, un minuto alla volta, tre possibilità di replica da 30 secondi l’uno, confronto aperto con il pubblico in Piazza De’ Ferrari a Genova. Questa sera alle ore 21 Sky Tg24 ospiterà il confronto tra i candidati alla guida della Regione Liguria. Il dibattito, condotto da Gianluca Semprini, si terrà a Roma e sarà trasmesso sui canali 100 e 500 di Sky e, in chiaro, sul canale 27 del digitale terrestre. Il confronto sarà inoltre disponibile in streaming sul sito.

Regionali Liguria confronto Sky
(Sky.it)

LEGGI ANCHE: Regionali Veneto: la sfida Sky tra Moretti, Zaia, Tosi e Berti. Vince il governatore uscente

 

REGIONALI LIGURIA, CONFRONTO SKY: COMMENTI SUL WEB E DOMANDE

 

Parteciperanno al dibattito, secondo un ordine definito per sorteggio, Alice Salvatore (M5S), Luca Pastorino (candidato della minoranza Pd), Giovanni Toti (Forza Italia) e Raffaella Paita, vincitrice delle primarie del Partito Democratico contro Sergio Cofferati. Roberto Tallei in collegamento da Genova metterà in contatto i candidati col pubblico. Saranno presenti nove supporter per ciascuno dei candidati. Insieme a loro spazio a opinionisti, blogger e influencer. Previsti diversi momenti d’interazione con il capoluogo ligure con i quattro candidati che dovranno fare i conti con una domanda posta loro da un supporter di uno degli altri sfidanti. In chiusura il pubblico commenterà in diretta gli esiti del confronto. L’ordine in cui i supporter presenteranno la domanda al candidato è stato individuato per sorteggio. Toti riceverà una domanda dal supporter di Pastorino, Paita dal sostenitore di Salvatore, Salvatore da quello di Toti e infine Pastorino da quello di Paita.