«Ho appena usato le mie tette per evitare una multa per eccesso di velocità»: la nuova catena corre su Facebook

di Redazione | 15/05/2015

catena status facebook

«Ho appena usato le mie tette per evitare una multa per eccesso di velocità» . O ancora: «Ho deciso di non mettere più le mutande» fino a un molto più pragmatico «Niente carta igienica… Addio calzini!». Da qualche giorno potreste aver notato, sulle bacheche delle vostre amiche di Facebook, qualche aggiornamento di stato particolarmente insolito come quelli che abbiamo riportato qui sopra.

Facebook
Facebook

LEGGI ANCHE: La truffa del falso concorso di Samsung

 

LA NUOVA CATENA DI “SENSIBILIZZAZIONE” SUL CANCRO AL SENO –

Se avete pensato a qualche catena avete pensato giusto: il significato di questi status, infatti, non è altro che l’ennesimo gioco virale per la “sensibilizzazione” degli utenti di Facebook sul cancro al seno. Mettendo “Mi Piace” a uno di questi status bizzarri, prima o poi riceverete un messaggio privato che vi svela il giochino, invitandovi a partecipare:

Non avresti dovuto cliccare “mi piace”, né commentare… Adesso devi scegliere una di queste dieci frasi qui sotto e postarla sulla tua bacheca. Questo è un gioco dedicato alla sensibilizzazione del cancro al seno 2015. Non fare il guastafeste. Scegli tra le seguenti frasi:
1) Di nuovo la diarrea?
2) Ho appena usato le mie tette per evitare una multa per eccesso di velocità
3) Come ci si sbarazza dei funghi ai piedi?
4) Niente carta igienica… Addio calzini!
5) Credo di essere innamorato di qualcuno
6) Ho deciso di non mettere più le mutande
7) E’ sicuro, sto per diventare papà/mamma!
8) Ho appena vinto 900 euro al Gratta e Vinci!
9) Sono lesbica
10) Mi sposo

Metti questo messaggio senza aggiungere spiegazioni. Ci sono cascata anch’io. E non svelare il gioco!”

Chi riceve il messaggio potrà scegliere tra uno dei dieci status della lista e pubblicare quello che preferisce, per poi attendere i “Mi Piace” e propagare così la catena. Non è la prima volta che su Facebook circolano questi “esperimenti” che peraltro, a voler essere pignoli, non sono quasi mai corredati da un link a un sito web più o meno istituzionale che spiegano cosa sia il cancro al seno e i vari metodi di prevenzione. Ma tant’è. Nel frattempo lo status più gettonato sembra essere il numero 2…

(Photocredit copertina: Thinkstock)