INGE Lehmann
|

Inge Lehmann: studiò i terremoti ed intuì il nucleo esterno ed interno della terra

Inge Lehmann è colei che ha intuito la presenza di un nucleo centrale della terra e di un nucleo esterno. Geofisico studiò i terromoti.

Centoventisette anni fa, nel 1888, nasceva Inge Lehmann, oggi celebrata anche da Google con un doodle. La geofisica danese è legato alla scoperta del nucleo interno ed esterno della terra. Infatti, per primo intuì che “il nucleo terrestre non fosse un’unica sfera liquefatta, ma costituito da due parti: un nucleo interno con proprietà fisiche differenti da quelle del nucleo esterno”.

INGE  Lehmann

INGE LEHMANN BIOGRAFIA

Nata a Copenaghen frequentò la scuola pedagogica-progressiva superiore diretta da Hanna Adler. Dopo aver studiato matematica, si avvicinò allo studio della sismologia, tanto da diventare nel 1928 geodetica di stato e capo del dipartimento di sismologia all’Istituto Geodetico di Danimarca, diretto da Niels Erik Nörlund.

INGE LEHMANN ONDE P

In un suo scritto, molto prematuro, dal titolo piuttosto scarno “P“‘, riesce ad interpretare per prima l’arrivo delle onde P che inspiegabilmente appaiono nello spettro delle onde P nel nucleo terrestre come riflessioni dovute a un nucleo interno. La sua intuizione fu seguita anche da altri importanti sismologi del tempo.

INGE LEHMANN DISCONTINUITÀ SISMICA

Finita la guerra, non trovandosi più bene nel suo istituto di Geofisica, decise di trasferirsi negli Stati Uniti dove rimase per diversi anni collaborando con Maurice Ewing e Frank Press sulle indagini della crosta e il mantello superiore della Terra. Durante questo periodo scoprì la discontinuità sismica che si trova ad una profondità che va da circa 190 a 250 km e che viene di solito riferita come “discontinuità di Lehmann” in onore della sua scopritrice.

Nel 1997 la American Geophysical Union fonda la Inge Lehmann Medal in onore dei “notevoli contributi resi per la comprensione della struttura, composizione e dinamica del mantello e del nucleo della Terra.”