Bonus Bebè: a chi spetta, a quanto ammonta e come si richiede
|

Bonus Bebè: a chi spetta, a quanto ammonta e come si richiede

Bonus bebè, una misura che da oggi cambierà la vita di migliaia di aspiranti genitori che potranno così far fronte alle spese improvvise per il nascituro con la sicurezza di un aiuto concreto da parte dello Stato. 80 euro al mese per i primi tre anni di vita del nascituro per tutte le famiglie il cui ISEE è compreso tra 7 e 25.000 euro l’anno, 160 euro per coloro il cui ISEE è inferiore ai 7.000 euro annui.

Bonus Bebè: a chi spetta, a quanto ammonta e come si richiede
(PHILIPPE HUGUEN/AFP/Getty Images)

BONUS BEBÈ, COME RICHIEDERLO –

Il Bonus, disponibile da oggi come viene ricordato dal Tg2, è disponibile a partire da lunedì 11 maggio e viene riconosciuto ad ogni bambino nato, adottato o in affido pre-adottivo tra il primo gennaio 2015 ed il 31 dicembre 2017. L’assegno verrà versato mensilmente fino al compimento del terzo anno d’età o del terzo anno dall’ingresso in famiglia, se adottato. La domanda, da presentare all’Inps, può essere presentata solo per via telematica da uno dei genitori che dovrà essere cittadino italiano, dell’unione Europea o con Permesso di Soggiorno di lungo periodo.

LEGGI ANCHE: Bonus bebè, come cambia

 

BONUS BEBÈ, PER COLORO NATI ENTRO IL 27 APRILE SI PUO’ FARE DOMANDA ENTRO IL 27 LUGLIO –

Il richiedente al momento della domanda dev’essere residente in Italia e deve abitare insieme al figlio per il quale si percepirà l’assegno. Il bonus bebè andrebbe richiesto entro 90 giorni dal parto o, in caso d’adozione, entro 90 giorni dall’ingresso in famiglia del minore. Per coloro che sono diventati genitori prima dell’entrata in vigore del decreto istitutivo, avvenuta lo scorso 27 aprile, ci sarà tempo per fare domanda fino al prossimo 27 luglio. (Photocredit copertina PHILIPPE HUGUEN/AFP/Getty Images)