|

Comunali Trentino-Alto Adige, centrosinistra vince a Trento. Bolzano al ballottaggio

Vittoria e conferma per il Pd a Trento, Bolzano verso  il ballottaggio, ma con il centrosinistra in netto vantaggio. Questi i due risultati principali delle elezioni comunali in Trentino Alto Adige, dove si è votato per il rinnovo di 240 sindaci e consigli comunali.

Si è votato anche in Val d’Aosta, ma lo spoglio è cominciato dalle 8. Alle comunali di Aosta si va verso la vittoria al primo turno del renziano Fulvio Centoz, sostenuto da una coalizione formata dal Pd e dagli autonomisti di centro Union Valdotaine e Stella Alpina, al 53% quando sono state scrutinate 22 sezioni su 38. In Consiglio comunale del capoluogo regionale per la prima volta entreranno la Lega Nord e il Movimento 5 stelle, entrambi con il 10% dei consensi.

VEDI > Rassegna stampa 11 maggio, le prime pagine di oggi

Comunali Trentino Alto Adige Bolzano Trento
Il voto a Trento (Archivio Ansa)

LEGGI ANCHE Gian Mario Spacca: il governatore del Pd che si candida con Forza Italia

COMUNALI TRENTINO ALTO ADIGE, A TRENTO CONFERMATO ANDREATTA (PD, CENTROSINISTRA), FLOP FORZA ITALIA –

I risultati non sono ancora definitivi (95 sezioni scrutinate su 97), ma a Trento ha vinto ancora Alessandro Andreatta, confermato sindaco dai cittadini del capoluogo della Regione Autonoma che si sono presentati alle urne (si è registrato un crollo dell’affluenza, passata dal 60,1 a 54,7%). Andreatta (Pd, sostenuto dal Partito autonomista Trentino tirolese, dal Cantiere civico democratico e dai Verdi) è stato rieletto con il 53,6% dei voti, contro il 31,1% raccolto dallo sfidante Claudio Cia, sostenuto da Lega Nord (13%), Civica Trentina (oltre il 7%), Forza Italia (crollata al 4.3% e con un unico seggio assegnato), Progetto Trentino e Fdi (1,7%).

Comunali Trentino Alto Adige Trento
I risultati a Trento (Screenshot: http://www.regione.taa.it/)

 

Nel 2010 Andreatta fu eletto con il 64% dei consensi. Rispetto alla passata consultazione, raddoppiano i propri voti il Patt e la Lega Nord, tiene il Pd, mentre crolla, oltre al partito di Silvio Berlusconi, anche l’Upt-Ccd di Lorenzo Dellai. Il Movimento 5 Stelle si attesta invece all’8.7% dei consensi.

COMUNALI TRENTINO-ALTO ADIGE, BALLOTTAGGIO A BOLZANO. CROLLO TOTALE DI FORZA ITALIA –

Sarà invece ballottaggio a Bolzano, dove il centrosinistra è però in netto vantaggio. Quando sono state scrutinate 61 sezioni su 80, è ormai certo che servirà il secondo turno (in calendario il 24 maggio, ndr). Ha votato il 57,7%, circa l’8% in meno di cinque anni fa. Il sindaco uscente, candidato comune di Pd e Svp, Luigi Spagnolli ha ottenuto circa il 40% dei voti. Segue a grande distanza il candidato del centrodestra Alessandro Urzì, intorno al 13%: pesante il flop diForza Italia che non arriva nemmeno al 4% (ferma al 3,7%, quando alle ultime elezioni il Pdl aveva incassato il 20% circa). Poco distante, all’11,1%, il candidato della Lega Nord Carlo Vettori, mentre incassa un centinaio di voti in meno (10,6%) la candidata della sinistra Cecilia Stefanelli (Sel, Verdi e Sinistra per Bolzano).

Comunali Trentino Alto Adige Bolzano
I dati di Bolzano (Screenshot: http://www.elezionicomunali.bz.it/17508/mayor_li_vg.htm)

MALE SVP NEI PICCOLI COMUNI, PESANO I TAGLI AGLI OSPEDALI –

Nel 2010 Spagnolli aveva trionfato al primo turno con il 52% dei voti. In calo la Svp (Südtiroler Volkspartei), che perde 5 punti percentuali, superata anche dalla Lega. La flessione del noto partito dei sudtirolesi si nota soprattutto nel capoluogo, ma anche nei comuni minori per i tagli agli ospedali.  

Non è un caso che in diversi comuni la Svp abbia perso il sindaco, come a San Candido e a Vipiteno, dove gli elettori hanno scelto il candidato di una lista civica. Sconfitta per la Svp anche in altri centri minori, tra i quali Selva di Val Gardena, Naz Sciaves, Vadena e Villa Bassa. Conquistati invece il municipio di Salorno e Bressanone.

(Photocredit copertina: Archivio Ansa)