Il nuovo “Regolamento di polizia urbana”, il manuale di comportamento per i romani

di Redazione | 07/05/2015

regolamento polizia urbana

Il nuovo “Regolamento di polizia urbana” stilato dal team coordinato dal vice-capo di gabinetto del sindaco Marino Rossella Matarazzo arriverà presto in Giunta e successivamente al vaglio dell’Assemblea. Un opuscoletto, anticipato da Repubblica, che al momento conta 31 articoli, per rendere permanenti una serie di ordinanze adottate fino ad oggi solo periodicamente. Si pensi ad esempio alle ordinanze estive sulla vendita degli alcolici, che dal momento del via libera, diventeranno legge. Uno strumento del sindaco per vegliare sulla Città Eterna e inasprire le sanzioni fino ad oggi applicate. L’ultimo regolamento risale all’immediato dopoguerra e dopo 68 anni la capitale ne avrà uno nuovo, con tutti i pro e i contro del caso. Per vigilare sull’applicazione delle norme verrà istituito un Nucleo speciale presso il gabinetto del sindaco.

ANTIPROSTITUZIONE – Per ragioni di sicurezza l’esercizio della prostituzione non sarà consentito nei pressi delle abitazioni. La restrizione, ancora in discussione dovrebbe riguardare un raggio di 500 metri. Per i clienti delle lucciole sono previste multe da 500 euro in caso di manovre repentine o pericolose per la circolazione.

ANTIALCOL – Verranno rese permanenti le ordinanze finora stagionali. Dopo le 22 non sarà più consentita la vendita di alcolici da asporto. Da mezzanotte sarà vietato consumare in strada e dalle 2 il divieto sarà totale. Le limitazioni saranno diversificate miratamente da zona a zona.

ANTIBIVACCO – Addio alla birretta sotto la statua di Giordano Bruno a Campo de Fiori. Stazionare su monumenti, per bere o mangiare su scalinate o fontane sarà proibito. Per i trasgressori saranno previste pene piuttosto salate.

ANTIROVISTAGGIO – Le modalità sono ancora in fase di discussione, ma il nuovo regolamento prevederà la sanzione del rovistaggio nei cassonetti o della vendita insistente di mercanzia per strada, un comportamento che verrà punito grazie alla nuova norma definita “antipetulanza”.

ANTIRUMORE – I vigili potranno intervenire per porre fine a situazioni di inquinamento acustico. Chi utilizza macchinari rumorosi, anche dentro casa, potrà essere sanzionato.

DECORO URBANO – Sarebbe in discussione una stretta sul decoro urbano che contempla l’eliminazione di parabole e motori dell’aria condizionata dalle facciate dei palazzi.

BUS E METRO – Sei ubriaco? Non puoi guidare. Ma non potrai nemmeno prendere l’autobus. Il nuovo codice prevede il divieto di accesso a tutti i mezzi pubblici della capitale. Prevista anche una norma che vieta l’accattonaggio su bus e metrò.