scup-sgombero-folla
|

Occupazioni Roma, sgomberato lo Scup e sigillato il Corto Circuito

Occupazioni a Roma, in mattinata viene occupato lo Scup – Sport e Cultura Popolare in zona San Giovanni; ieri azione delle forze dell’ordine al Corto Circuito, in zona Prenestina. Nuova serie di azioni dunque contro gli spazi popolari e occupati della Capitale, con gli attivisti sul piede d’allarme che postano sui social network foto e video delle azioni di polizia riguardo gli spazi occupati.

guarda il video:

(credits alaNEWS)

OCCUPAZIONI A ROMA, SGOMBERATO LO SCUP

In mattinata, dicevamo, l’occupazione dello Scup viene sgomberata e demolita: “Le ruspe sono già in azione”, dicono dal centro sociale.

#sgomberoscup demolizione di Scup Sportculturapopolare

Posted by Cso Sans Papiers on Giovedì 7 maggio 2015

Così nel video ripreso dal Sans Papiers, altro centro sociale a pochi metri dallo Scup.

SIAMO SOTTO SGOMBERO! #Scupsottosgombero

Posted by Scup Sportculturapopolare on Mercoledì 6 maggio 2015

SGMBERO IN CORSO A SCUP. chi può accorra!!#scupesottosgombero

Posted by Scup Sportculturapopolare on Mercoledì 6 maggio 2015

Anche su Twitter le immagini dello sgombero.

I cittadini inviano a Giornalettismo alcune foto dello sgombero. 

 

LEGGI ANCHE: Cremona allontana i 99 Posse

 

OCCUPAZIONI ROMA, SIGILLI AL CORTO CIRCUITO

Ieri le forze dell’ordine hanno messo i sigilli, per ordine dei Pubblici Ministeri della Procura di Roma, all’Osteria Popolare del Corto Circuito, centro sociale già funestato da un’incendio negli scorsi mesi.

E la storia si ripete…Oggi 6 maggio 2015 prosegue l’attacco al c.s.o.a Corto Circuito.Alle 15.00 di questo pomeriggio…

Posted by Csoa Corto Circuito on Mercoledì 6 maggio 2015

Con un’azione notturna, in ogni caso, gli attivisti hanno liberato lo spazio sigillato dall’azione delle forze dell’ordine.

Il comunicato stampa del Comune di Roma

SCUP, CAMPIDOGLIO: VIGILEREMO SU DESTINAZIONE USO DELL’IMMOBILE

Le operazioni di sgombero dell’immobile di via Nola 5 operate dalle Forze dell’Ordine, riguardano i provvedimenti stabiliti dall’autorità giudiziaria per la restituzione dell’edificio occupato alla società privata che ne è proprietaria.
L’unica competenza del Campidoglio, proprio perché si tratta di un immobile privato, riguarda le norme urbanistiche. Roma Capitale ha già negato nei mesi scorsi per questo stabile il cambio di destinazione di uso, richiesto dal proprietario, che voleva avvalersi dell’applicazione del piano casa regionale. Il Campidoglio continuerà a vigilare, oggi e in futuro, affinché vengano rispettati tutti i vincoli – nello specifico, verde pubblico e servizi pubblici locali – previsti dal Piano Regolatore per la struttura in questione.