“In Metro a Roma gli scippatori rom mi hanno picchiato”

di Redazione | 05/05/2015

metro roma scippi

Metro A Roma, la storia della ragazza che è stata picchiata dalla baby gang degli scippatori rom: i ragazzi dei campi nomadi che abitualmente frequentano le stazioni e i convogli della metropolitana e che spesso si rendono protagonisti di episodi di taccheggio e di scippo ai danni dei passeggeri del trasporto pubblico romano. Proprio una di queste storie ha visto protagonista una giovane di 27 anni che stava andando a lavorare e che è rimasta ferita nella colluttazione.

METRO A ROMA, GLI SCIPPATORI ROM MI HANNO PICCHIATO

La storia sulla Cronaca di Roma del Messaggero.

«Non ho ancora smaltito la rabbia. Sembrava una bambina ed invece quella piccola nomade è già una ladra. Mi ha spintonata ed io ho cercato di bloccarla ma lei mi ha preso per i capelli e mi ha sferrato un pugno al volto». A parlare è Francesca, 27 anni, che lavora in un bar del centro, rimasta vittima di tre zingarelli di 14 anni, due femmine e un maschio che, sorpresi a rubare nella metropolitana, in centro, hanno cercato di scappare. Ecco che si sono trovati davanti la porta del vagone Francesca che è stata spintonata. Lei ha cercato di bloccare una delle due ragazzine che le si è rivoltata come una furia. La quattordicenne si è aggrappata ai capelli della ragazza e colpendola con un pugno le ha causato il sanguinamento del naso.

Il tutto in piena ora di punta, alle 9.45 alla fermata della metro Barberini, mentre la ragazza stava andando al lavoro. E come al solito si è scatenata “la consueta scena” con un passeggero, scippato, che ha tentato di allertare i passeggeri del convoglio: “I ragazzini avevano sfilato il cellulare dalla tasca di un signore. Si è subito scatenato il parapiglia. Il proprietario è riuscito a riprendersi il telefono”; arrivati a Barberini i minorenni hanno cercato la fuga.

LEGGI ANCHE: Roma Metro allagata alla stazione Marconi

“OGNI GIORNO E’ UNA BATTAGLIA”

Ci è andata di mezzo Francesca.

«Una delle ragazzine mi ha preso in pieno, mi ha fatto cadere. Io ho cercato di acchiapparla ma lei ha reagito in modo violento sferrandomi il pugno al naso». Francesca ha iniziato a sanguinare. Alcuni passeggeri l’hanno soccorsa e portata sulla piazza dove è intervenuta un’ambulanza che l’ha trasportata all’Umberto I.

Secondo la ragazza, il problema riguarda l’intera città.

Ormai ogni giorno è una battaglia – si sfoga con amarezza Francesca – Questi adolescenti agiscono con metodo. Salgono sui vagoni della metropolitana con il loro compito da compiere: derubare i passeggeri. La mattina in metropolitana c’è tanta gente, non c’è spazio e loro se ne approfittano per colpire nella calca

Sul caso indaga l’unità speciale del commissariato Castro Pretorio pensata appositamente per prevenire gli scippi in metropolitana.