Bologna: scontri tra polizia e manifestanti a due passi dalla Festa dell’Unità

di Stefania Carboni | 03/05/2015

Festa dell'Unità

Urla e tafferugli. Matteo Renzi è stato contestato alla Festa dell’Unità di Bologna sia da docenti precari che dai collettivi bolognesi arrivati a un passo dall’ingresso del parco della Montagnola. Dentro la Festa insegnanti e fischi per la Riforma sulla Scuola, fuori esponenti no global e studenti che hanno provato ad entrare nell’area creando così la reazione delle forze dell’ordine.

LEGGI ANCHE: Renzi: «Non ci facciamo spaventare da tre fischi. Tin bota. Non molleremo»

guarda il video:

(video Repubblica.it)

Matteo Renzi a la Festa dell'Unità
Matteo Renzi a la Festa dell’Unità

COLLETTIVO HOBO CONTRO RENZI – Tre ragazzi, due uomini e una donna, sono stati fermati per identificazione dalle forze dell’ordine dopo il tafferuglio davanti all’ingresso della Festa dell’Unità. I tre, membri del collettivo Hobo, sono stati rilasciati poco dopo che il presidente del consiglio aveva terminato il suo intervento. Gli altri manifestanti sono invece rimasti fuori dal parco Montagnola, e attorno alle 17.30 la situazione era tranquilla. Durante le cariche degli agenti una donna di 60 anni si è fatta male ad una spalla ed è stata portata all’ospedale in ambulanza. Non faceva parte della manifestazione ma si trovava comunque nell’area della protesta.

guarda la gallery:

(Dentro la Festa dell’Unità, foto Mazzetta)

(In copertina e gallery foto Mazzetta, Giornalettismo)