FESTA DEL LAVORO: Google celebra il Primo maggio, che fu abolito in era fascista

di Redazione | 01/05/2015

FESTA DEL LAVORO

FESTA DEL LAVORO

Primo maggio uguale festa del lavoro. E anche Google celebra oggi il Primo maggio, la Festa del lavoro, con un doodle. L’immagine della homepage del motore di ricerca più noto e utilizzato al mondo mostra attrezzi e guanti di operai. La seconda lettera ‘g’ del logo Google ad esempio è stata trasformata in due rotoli di nastro adesivo, la ‘l’ in una chiave inglese, la ‘e’ in un flessometro. Cliccando poi sull’immagine l’utente viene indirizzato ai risultati di ricerca per ‘Festa del lavoro’.

 

LEGGI ANCHE:
Il doodle di Google celebra Gerardo Mercatore, il cartografo della Terra tonda
La mappa del razzismo in America visto attraverso Google
Le cose assurde che cercano gli americani su Google

 

FESTA DEL LAVORO

FESTA DEL LAVORO, PERCHÉ IL PRIMO MAGGIO –

La Festa del lavoro o Festa dei lavoratori si celebra il primo maggio di ogni anno in molti Paesi (in ogni continente) per ricordare i traguardi raggiunti dai sindacati e lavoratori in campo economico e sociale. A far cadere la scelta sulla data del primo maggio furono gli scontri avvenuti nei primi giorni di maggio del 1886 a Chicago e conosciuti come rivolta di Haymarket. I lavoratori in sciopero della città dell’Illinois si ritrovarono all’ingresso di una fabbrica di macchine agricole per chiedere le otto ore di lavoro. La polizia, per reprimere le proteste, sparò sui manifestanti uccidendone due e causando diversi feriti. Per avero organizzato lo sciopero del primo maggio 1886 furono impiccati, l’anno seguente, quattro operai, quattro organizzatori sindacali e quattro anarchici. In Italia la Festa del lavoro fu istituita per la prima volta nel 1891. Fu poi soppressa in era fascista, nel 1925, e reistitutita nel 1945.

(Fonte immagine: Google.it)