Virus informatico, il nuovo pericolo proveniente da W32.Autorun.Gen
|

E se i virus fossero già nel tuo pc?

Virus di nuova generazione che si infiltrano nei computer ancora prima di utilizzarli. Questa nuova minaccia si riscontra in un virus della famiglia W32.Autorun.Gen, così come in altri trojan sviluppati da hacker e criminali informatici per rubare i dati dei clienti di prodotti già infettati.

VIRUS INFORMATICO –

Un nuovo worm si aggira per il mondo, e colpisce i computer senza che i proprietari se ne accorgano. Questo virus informatico, legato alla famiglia W32.Autorun.Gen , è stato riscontrato da una società informatica indiana, Quick Heal Technologies Limited. La sua particolarità è rappresentata da fatto che il worm viva nei supporti esterni dei player DVD o nei dischi rigidi, comprati nuovi nei negozi. Appena questi supporti esterni vengono collegati al proprio Pc attraverso una presa USB il virus informatico colpisce il computer, fino a colpirne altri se sono collegati. La società indiana Quick Heal ha riscontrato come questo software maligno sia uno dei più diffusi al mondo. Il problema di questo virus informatico è infatti che pochi o nessun utente sia in realtà preparato a un worm che si annida nei prodotti appena comprati nel negozio oppure su un sito di commerce online. Il virus informatico W32.Autorun.Gen, sottolinea Die Welt, non è molto pericoloso. Il suo effetto principale è il rallentamento del computer, ma altri grossi danni non vengono provocati. Un buon antivirus può rilevarlo e bloccarlo piuttosto facilmente.

LEGGI ANCHE

Il virus trojan di Charlie Hebdo

Il virus informatico che si sparge in wi fi come il raffreddore

Le prove della cyberguerra tra Iran e Stati Uniti

WORM –

Il quotidiano tedesco spiega come esistano virus informatici. simili al W32.Autorun.Gen in quanto preinstallati nei prodotti di supporto, che non possano essere rintracciati dai normali antivirus. Dietro a questo tipo di infezione ci sono hacker e criminali informatici che poi sono soliti ricattare gli “infettati” scrivendogli che senza un pagamento verrebbero colpiti con la cancellazione dei dati sensibili. I virus preinstallati, rimarca Nicolas Ehrschwendner, un esperto del salvataggio dei dati, si trovano in hardware come i processori, oppure nelle stampanti, negli scanner, nelle webcam oppure nei virus. Anche gli ormai desueti CD-Rom o le chiavi USB possono essere infettati. Un virus informatico preinstallato viene talvolta inserito nel singolo dispositivo dallo stesso produttore, come si è verificato nel caso dello smartphone Star N9500. Uno smartphone prodotto in Cina, molto simile al Galaxy S4 di Samsung, e che costa molto meno, circa 150 euro. Star N9500 aveva però un software in più, ovvero un programma che spiava ogni conversazione e la registrava. Altri modi in cui i prodotti sono infettati con virus informatici preinstallati sono l’attacco hacker alle case di produzione dei software, oppure veri e propri furti di tablet e pc che servono per inserire i worm.

Photocredit: JOERG CARSTENSEN/dpa

TAG: Virus