Caso Lorys: «Veronica ha fatto nomi precisi sui quali indagare»

di Redazione | 27/04/2015

loris stival

Lo ha detto l’avvocato di Veronica Panarello, la donna accusata dell’omicidio del figlio Lorys, durante la trasmissione “Mattino Cinque”

L’INTERROGATORIO DI VERONICA PANARELLO – Nel corso dell’interrogatorio di venerdì scorso al carcere di Agrigento «Veronica Panarello ha fatto nomi precisi sui quali indagare» ha confermato Francesco Villardita, il legale di Veronica Panarello durante la trasmissione “Mattino Cinque”. «Nell’ambito di questa richiesta ha ricordato che quel giorno, quando è rientrata dopo aver portato i figli a scuola, in uno degli appartamenti dell’immobile ha sentito della musica per poi non sentirla più quando è uscita. Ciò significa che, se secondo le indagini in quel appartamento, in quel momento, non c’era nessuno, invece la Panarello ha invitato gli inquirenti a investigare anche in quella direzione. Veronica ha indicato anche la probabile persona che avrebbe potuto essere all’interno di quella casa». Con queste parole l’avvocato della madre di Lorys, accusata di avere ucciso suo figlio lo scorso 29 novembre, apre un nuovo filone di indagini ipotizzando che all’interno della casa da cui Lorys non è più uscito ci fosse anche qualcun altro.