Kylie Jenner Challenge: lo stupido gioco delle ragazzine che rischiano per avere le labbra a canotto

di Valentina Spotti | 21/04/2015

Kylie Jenner Challenge

Kylie Jenner Challenge: ecco come si chiama il nuovo “gioco virale” che sta facendo impazzire le adolescenti di mezzo web e che consiste nel cercare di “imitare” le labbra turgide di Kyle Jenner, sorellastra di Kim Kardashian e “socialite” statunitense che – nonostante la tenera età – avrebbe già fatto ricorso al bisturi per rendere più polposa la propria bocca.

Kylie Jenner Challenge
Kylie Jenner, 17 anni – Foto: Jason Merritt/Getty Images Entertainment

KYLIE JENNER CHALLENGE –

Le ragazzine, tuttavia, hanno scoperto che basta poco per ottenere un effetto simile (Giornalettismo ha deciso di non spiegare come fare per ovvi motivi) e la “sfida” a chi ottiene il “canotto” più grosso si è diffusa a colpi di tweet.

 

LEGGI ANCHE: «Harry Styles sarà il prossimo a lasciare gli One Direction»

 

LE LABBRA COME QUELLE DI KYLIE JENNER –

#KylieJennerChallenge si è diffuso su Twitter e Instagram nella notte tra sabato e domenica: e sul web è tutto un pullulare di foto e video che mostrano ragazzine con le labbra innaturalmente gonfie. Facendo il “gioco”, infatti, si altera la circolazione sanguigna in un punto che è particolarmente ricco di vasi e capillari: per questo non non sono esclusi alcuni “effetti collaterali” particolarmente antiestetici, seppure destinati a sparire nel giro di qualche ora, come lividi, irritazioni o gonfiori prolungati che hanno generato più di una scena di panico.  

KYLIE JENNER CHALLENGE: PERCHÉ È PERICOLOSO –

Per quanto possa sembrare innocuo, il gioco non è del tutto privo di rischi: al di là della possibilità di ritrovarsi con un alone viola attorno alle labbra, bottiglie e bicchieri utilizzati potrebbero rompersi per via della pressione che si crea al loro interno una volta che si risucchia fuori tutta l’aria, provocando ferite tagli che necessitano di una tempestiva assistenza medica.

(Photocredit copertina: Instagram/kyliejenner e Twitter@KlNKYESPlNOSA)