FIgli come noi muro del canto
|

Il video di “Figli come Noi”: contro le «morti di Stato»

In anteprima al Festival Internazionale del Giornalismo, “Figli come noi” è il brano lanciato dalla band romana “Il Muro del Canto“, il primo video musicale che ha riunito su un set i familiari delle vittime di abusi commessi dalle forze dell’ordine. Hanno partecipato al video: Magherini, Brunetti, Budroni, Ilaria Cucchi, Serra (nipote di Francesco Mastrogiovanni), Bianzino, la famiglia di Gabriele Sandri, Zotti (moglie di Vito Daniele), Cira Antignano (madra di Daniele Franceschi), Bifolco, Ferulli, De Michiel, Casalnuovo e l’avvocato Anselmo.

L’obiettivo è quello di denunciare “le morti di Stato“, ricordare le vittime e ribadire la necessità del sostegno alle stesse famiglie.


Videocredit: Marcello Saurino

Dall’incontro tra l’Acad (associazione contro gli abusi in divisa) e il “Muro del Canto” è nata l’idea di realizzare il filmato del brano, girato da Marcello Saurino. Hanno partecipato anche volti noti dal mondo del cinema, del giornalismo, della televisione e della musica. Ovvero, Michele Alhaique, Assalti Frontali, Luca Bertazzoni, Chef Rubio, Valerio Di Benedetto, Giulia Bosetti, Donpasta, Stefano Fresi, Elio Germano, Ignazio Oliva, Tommaso Piotta e il nostro Boris Sollazzo. La campagna è stata lanciata sui social anche attraverso l’hashtag #SoffiamoViaGliAbusiL’intero ricavato della vendita digitale di “Figli Come Noi” sarà interamente devoluto al fondo per le spese legali di ACAD.

(Photocredit: Screenshot “Muro del Canto – Figli come noi”)