|

Boldrini a un “contestatore”: Abbattere l’obelisco del Duce?…Mai detto

Piccolo siparietto a Perugia a margine del Festival del giornalismo dove la presidente della Camera Laura Boldrini ha partecipato alla tavola rotonda “Verso una Costituzione per internet?” con Luca De Biase e Massimo Mantellini. Al centro delle polemiche per aver prospettato l’idea di cancellare la scritta “Mussolini Dux” dall’obelisco al Foro Italico di Roma, la terza carica dello Stato è stata intercettata da un cittadino perugino proprio sul tema.

guarda il video:

LAURA BOLDRINI E L’OBELISCO A MUSSOLINI, TUTTA LA STORIA

Lo scambio di battute sul corso di Perugia durante il Festival Internazionale del Giornalismo si riferisce alla polemica sull’obelisco del Foro Italico che è divampata nelle ultime ore dopo le dichiarazioni, molto contestate, della presidente della Camera. Nel   corso di un’iniziativa con alcuni partigiani, uno di questi l’ha esortata a “ripulire” tutte le strade d’Italia dal fascismo che sta ritornando”, ha aggiunto, “ad abbattere quella colonna al Foro Italico con la vergognosa scritta ‘Mussolini dux'”. Magari a “cancellare la scritta” ha precisato la terza carica dello Stato.

Laura Boldrini Obelisco Mussolini
L’obelisco del Foro Italico

 

 In seguito, la presidenza della Camera ha ulteriormente puntualizzato

Io non ho mai detto, mai detto che quei monumenti dovevano essere abbattuti, non ha senso, siamo seri. Mi fa tristezza pensare che un’occasione sia stata oscurata da una polemica inesistente. Ho ascoltato il disagio, io ritengo legittimo – ha detto ancora la presidente – di persone molto anziane che hanno dato a questo Paese la democrazia nel vedere certi monumenti

Era nel frattempo partito il tam tam delle polemiche e delle prese di posizione con molti esponenti politici, anche della sinistra, che hanno dissentito con il parere espresso dalla Boldrini. “Io la lascerei lì”, ha detto Matteo Orfini: “”Noi siamo un Paese antifascista -i principi della lotta antifascista sono scritti nella nostra Costituzione. Non abbiamo bisogno di cancellare la nostra memoria, seppur a tratti drammatica”. “Credo che la’damnatio memoria è sia un elemento di debolezza e non di forza da parte di chi la esercita”. 

LAURA BOLDRINI E L’OBELISCO DI MUSSOLINI, I NEOFASCISTI: “PROVACI”

 

Commenti ben più duri, prevedibilmente, sono arrivati dalle formazioni di estrema destra. 

La volontà del presidente della camera Laura Boldrini di far togliere la scritta Dux dal Foro Mussolini, così come…

Posted by Roberto Fiore on Venerdì 17 aprile 2015

Così Roberto Fiore, segretario nazionale di Forza Nuova, condannato per associazione sovversiva e banda armata per essere stato uno dei capifila dei Nuclei Armati per la Rivoluzione. Forza Nuova stessa ha pubblicato un manifesto in cui vengono riportate le presunte frasi della Boldrini con lo slogan: “Provaci”.