Roma-Atalanta, riaperta la Curva Sud laterale dopo gli striscioni contro la madre di Ciro Esposito

di Maghdi Abo Abia | 17/04/2015

Roma-Atalanta, riaperta la Curva Sud laterale dopo gli striscioni contro la madre di Ciro Esposito

Roma-Atalanta, i tifosi della Curva Sud ci saranno, ma non tutti. Il Giudice Sportivo Gianpaolo Tosel ha permesso l’apertura dei settori 15-17, quelli tra la curva centrale e la Monte Mario chiamato, che identificano la “Curva Sud laterale“, ex distinti, consentendo l’ingresso a circa 6.000 persone in quanto questo settore è diviso rispetto a quello in cui sono stati esposti gli striscioni contro la mamma di Ciro Esposito contro il Napoli.

Roma-Atalanta, riaperta la Curva Sud laterale dopo gli striscioni contro la madre di Ciro Esposito
ANSA/ ALESSANDRO DI MEO

LEGGI ANCHE: Ciro Esposito, chiusa per un turno la curva della Roma

LEGGI ANCHE: Roma, lo striscione contro James Pallotta a Trigoria e l’incapacità di dire basta

LA RICHIESTA DI CHIARIMENTI DI BALDISSONI ED IL SUPPLEMENTO D’INDAGINE

L’autorità esaudisce così la richiesta presentata dalla Roma. I giallorossi, per bocca di James Pallotta, non hanno presentato ricorso. Eppure la Procura Generale ha mitigato la squalifica di una giornata comminata a tutta la curva per gli striscioni contro Antonella Leardi con un supplemento d’indagine su richiesta del direttore generale della Roma Mauro Baldissoni che ha chiesto d’identificare a quale settore si rivolgeva la squalifica visto che all’Olimpico esistono due “Curva Sud”, una centrale ed una laterale, divise da barriere architettoniche e dotati di distinti ingressi:

questo Ufficio, con nota del 16 aprile, richiedeva al Procuratore federale di esperire in merito gli opportuni accertamenti il cui esito, pervenuto in data odierna, consente di ritenere inequivocabilmente che il settore denominato negli atti “Curva Sud” comprende in realtà due settori (Curva Sud Centrale e Curva Sud Laterale), strutturalmente divisi da barriere architettoniche e dotati di distinti ingressi; nella relazione integrativa, si precisa altresì che i comportamenti disciplinarmente rilevanti (esposizione di striscioni insultanti e cori espressivi di discriminazione territoriale) sono riferibili esclusivamente a sostenitori collocati nel settore denominato “Curva Sud Centrale”. a precisazione di quanto disposto con il provvedimento datato 7 aprile 2015 (CU 193), delibera di sanzionare la soc. Roma con l’obbligo di disputare una gara con il settore denominato “Curva Sud Centrale” privo di spettatori

Quindi saranno squalificati gli spettatori del settore in cui sono stati esposti gli striscioni. E visto che la procura ha ammesso che dei cori contestati solo uno è stato sentito dai tre ispettori. La Roma non ha presentato ricorso ma un reclamo, chiedendo di circoscrivere la squalifica per ottenere il minimo disagio. E Tosel, preso atto della situazione, ha modificato la squalifica. (Photocredit copertina ANSA/ ALESSANDRO DI MEO)