Russia: il video di Hillary Clinton vietato ai minori di 18 anni perché due gay si tengono per mano

di Andrea Mollica | 15/04/2015

I gay protagonisti del video di Hillary Clinton

Hillary Clinton vietata ai minori di 18 anni sulla TV russa. Una stazione televisiva di Mosca, Dozhd o TVRain, l’unica indipendente rimasta, ha deciso di non far vedere ai minorenni il video di annuncio della candidatura alla Casa Bianca dell’esponente democratica a causa della camminata mano nella mano di due gay.

RUSSIA E HILLARY CLINTON – L’assurda legge contro la propaganda gay introdotta in Russia tra le polemiche della comunità internazionale ha colpito anche Hillary Clinton. Una stazione televisiva moscovita, Dozhd TV, si è autocensurata per timore di infrangere il divieto di mostrare immagini che possano sponsorizzare lo stile di vita omosessuale. Dozhd TV ha deciso di vietare ai minori di 18 anni il primo video della campagna presidenziale dell’ex Segretario di Stato dell’amministrazione Obama. Nel filmato in cui Hillary Clinton annuncia la sua corsa alla Casa Bianca si vedono infatti per quattro secondi una coppia gay che cammina mano nella mano, mentre la voce di uno dei due annuncia il matrimonio che si terrà la prossima estate. Un’immagine e un messaggio “rischiosi” nella Russia di Putin. Per evitare problemi con la zelante censura russa, e non incorrere in un’eventuale azione della magistratura, Dozhd TV ha inserito un avvertimento nel video della Clinton per rimarcare come un simile contenuto possa infrangere i divieti posti dalla legge sulla propaganda gay. Con l’avvertimento su contenuti non adatti ai minori di 18 anni i mezzi di comunicazione possono evitare la sanzione penale, facilitando l’eventuale rimozione decisa dalle autorità russe. Al momento non si hanno notizie su come sia stata giudicato il video di Hillary Clinton da parte delle istituzioni competenti sul controllo della propaganda gay.

LEGGI ANCHE 

HILLARY CLINTON E I GAY – Nel video di Hillary Clinton sono ritratti Jared Milrad e Nathan Johnson, due professionisti di Chicago che si sposeranno quest’estate, come annunciato nel filmato da uno dei due. Jared Milrad e Nathan Johnson non sapevano di esser stati ripresi per il filmato di Hillary Clinton, e quando l’hanno scoperto hanno invitato la leader democratica al loro matrimonio. In merito alla censura subita in Russia Nathan Johnson ha rimarcato che anche a lui dovrebbe esser consentito di camminare mano nella mano con l’uomo che ama, visto che a Putin è permesso di andare in giro scamiciato su un cavallo. Un commento ironico sull’assurda legge russa, imposta dal presidente per promuovere una difesa particolarmente conservatrice dei valori di patria e famiglia, che dovrebbe cementare il suo regime insieme all’acceso spirito nazionalista. Il video con due gay sembra rappresentare però un problema minore per Vladimir Putin. Hillary Clinton è stata una delle voci dell’amministrazione Obama più critiche nei suoi confronti, e sul fronte repubblicano i toni sono ancora più ostili. Qualsiasi sia il prossimo presidente degli Stati Uniti, è ragionevole aspettarsi tensioni paragonabili a quelle vissute ore nelle relazioni tra Russia e Usa.