|

Luigi Di Maio: con l’Italicum vinciamo noi

Luigi Di Maio attacca Matteo Renzi e il Pd sull’Italicum, Def ed enti locali. Intervenendo a San Giorgio a Cremano per sostenere la candidatura a sindaco di Danilo Cascone il vicepresidente della Camera ha ricordato che «l’ultima volta che si è messa la fiducia sulla legge elettorale lo ha fatto Mussolini» e «poi mai più». «Renzi se vuole battere anche questo primato – ha detto il deputato del Movimento 5 Stelle – faccia pure. So solo che la legge elettorale è un argomento che Renzi sventola ogni volta che nella sua maggioranza ci sono mal di pancia. Minaccia di far perdere la poltrona ad una maggioranza di miserabili». Di Maio ha poi sottolineato le possibilità di vittoria del M5S alle Elezioni Politiche anche in caso di approvazione della nuova legge elettorale. «L’Italicum 2.0 fa molto paura al Pd: è una legge elettorale che consentirebbe a noi di andare al ballottaggio e magari di vincere».

 

 Luigi Di Maio: «L’Italicum? Fa paura al Pd. È una legge che ci consentirebbe di andare al ballottaggio e magari vincere»

 

LEGGI ANCHE:
Italicum: cos’è e come funziona la legge elettorale di Matteo Renzi
Italicum, Boschi e Renzi blindano (ancora) la nuova legge elettorale

 

LUIGI DI MAIO SUL DEF: «IL MAGO FOREST E WANNA MARCHI AVREBBERO FATTO MEGLIO» –

Il vicepresidente della Camera è stato duro anche parlando del Documento di Economia e Finanza approvato venerdì sera in Consiglio dei ministri. «Di crescita il governo Renzi può parlare solo nel Def, che è un libro dei sogni, una previsione finanziaria che l’anno scorso hanno sbagliato per 17 miliardi. […] Forest (il mago, nda) o a Wanna Marchi ci prendono meglio». Infine, una frecciata alla maggioranza e al premier sulle Elezioni Regionali. «Sugli enti locali – ha detto Di Maio – l’unica cosa che ha fatto Renzi è massacrarli tagliando servizi. Ci prepariamo a candidare nelle Regioni degli amministratori, quelli del Movimento 5 Stelle, che andranno a Roma e batterano i pugni sul tavolo».