Display rotto dello smartphone
|

L’elogio al display rotto dello smartphone

Il display rotto dello smartphone presenta diversi vantaggi. Non tecnologici, ma estetici, anche se certo non nel senso della maggior gradevolezza estetica. Un display rotto dello smartphone segnala infatti una ribellione al dominio della tecnologia sulla nostra vita, così come il giusto peso attribuito all’oggetto che più di altro influenza la nostra esistenza, non solo digitale, quotidiana.

DISPLAY ROTTO SMARTPHONE – E’ una giornalista di Die Zeit dedica un elogio al display rotto dello smartphone. Molte persone hanno lo schermo del proprio telefonino danneggiato. Un po’ come gli sfrisi della carrozzeria, o i jeans strappati – prima che diventassero di moda -, l’eccessivo costo della riparazione o del ricambio dell’oggetto ci portano a tenerlo nonostante appaia rovinato. C’è chi vive il display rotto dello smartphone con disagio, mentre altri invece lo mostrano anche con orgoglio. Anna Kemper di Die Zeit si schiera con i secondi, e ne illustra i motivi in un elogio al significato del dispaly rotto dello smartphone capace di andare oltre i classici stereotipi del genere.

Mi conforta il fatto che il display rotto della smartphone trasmetta un segnale diverso dagli altri telefonini. Per le persone come noi che hanno il display rotto lo smartphone non rappresenta uno status symbol, da coprire con la pelle, ma un oggetto funzionale. Non lo guardiamo spesso, perchè guardare il nostro smartphone non ci fa divertire per se. Ci piace il fatto che quando stampiamo le foto il display danneggiato non faccia più sembrare rotto lo smartphone. I nostri telefonini sono un simbolo costante che l’ottimizzazione costante introdotta dalla rivoluzione digitale non sempre funzioni. Altri display sono perfetti come la pelle photoshoppata di una modella. I nostri smartphone col display rotto non possono esser scambiati. A volte aiuta anche solo far di necessità virtù

LEGGI ANCHE

Smartphone e rischi per la salute

Furto dello Smartphone: tutto quello da fare per proteggerlo

Pesce d’aprile: gli scherzi migliori da fare con WhatsApp

.
La tesi di Anna Kemper, ironica e leggera, rimarca con arguzia l’ossessione verso la smartphone che viviamo in questa epoca, cristallizzata nelle interminabili code che ogni volta si vedono quando esce un nuovo iPhone. Chissà che per vendere l’iPhone 19 Apple non si inventi il display rotto, magari modificabile a seconda di tendenze più o meno grunge.

Photo credit: Michael Nagle/Getty Images