Andreas Lubitz, ipotesi diuretico per realizzare la strage
|

Andreas Lubitz ha usato un diuretico per realizzare la strage di Germawings?

Andreas Lubitz

avrebbe pianificato fino al minimo dettaglio la strage di Germanwings, secondo una nuova scoperta della magistratura tedesca. La procura di Düsseldorf  avrebbe trovato sul computer del copilota ricerche online su farmaci diuretici, medicine che favoriscono la produzioni di urina.

ANDREAS LUBITZ – Il quotidiano di Colonia Express ha diffuso una nuova notizia in merito all’inchiesta sulla strage di Germanwings, che rafforzerebbe il quadro accusatorio nei confronti di Andreas Lubitz. Il copilota tedesco potrebbe aver somministrato un diuretico al suo collega Patrick Sonderheimer, il pilota dell’aereo precipitato sulle Alpi francesi, per poter prendere possesso della cabina e così dirottare il velivolo verso lo schianto. La procura di Düsseldorf  ipotizza questo scenario in base a quanto reperito sui computer di Andreas Lubitz. Come scrive Express, che cita fonti della magistratura renana, Andreas Lubitz avrebbe fatto ricerche online nei giorni precedenti la tragedia di Germanwings sui diuretici. Questi farmaci stimolano la produzione di urina, ed è di conseguenza ipotizzabile che il copilota si sia informato su questo effetto al fine di poter pianificare il dirottamento del volo.

Secondo informazioni provenienti dagli inquirenti Andreas Lubitz si sarebbe informato online sui farmaci con effetti diuretici. Gli investigatori l’avrebbero scoperto nell’analisi del computer di Andreas Lubitz. Un paio di gocce sarebbero servite per assicurarsi che il capitano fosse obbligato a lasciare la cabina per recarsi alla toilette. Questa assenza sarebbe stata sfruttata da Andreas Lubitz per bloccare la porta dell’Airbus 320 dall’interno. Il copilota ha mischiato una medicina nel caffè del suo collega?

 

LEGGI ANCHE

PATRICK SONDERHEIMER- L’ipotesi del diuretico non è stata commentata dalla procura di Düsseldorf . La somministrazione di un diuretico però spiegherebbe come mai il pilota del volo Germanwings, Patrick Sonderheimer, sia andato al bagno a poco tempo dall’inizio della fase di preparazione dell’atterraggio. In un volo così breve, di poco meno di due ore, è raro che un pilota si allontani dalla cabina per espletare i suoi bisogni. L’assenza di Sonderheimer ha però permesso ad Andreas Lubitz di impossessarsi dei comandi del volo, così da far precipitare l’aereo e favorirne lo schianto contro le montagne. Grazie alla scatola nera e ai registri vocali gli inquirenti hanno scoperto come il pilota del volo di Germanwings, Patrick Sonderheimer, abbia fatto qualsiasi cosa nelle sue possibilità per rientrare nella cabina di pilotaggio, e impedire che il suo collega Andreas Lubitz realizzasse il suo piano omicida.

Photocredit: Getty Images