|

Tacconi, Le Iene e i conti in sospeso

Nuovo atto dell’affaire Stefano TacconiLe Iene. Dopo la puntata in cui la redazione del programma ha raccolto la testimonianza di un imbianchino che ha svolto lavori presso la casa dell’ex portiere della Juventus senza essere pagato e l’intervista della moglie di Tacconi a Pomeriggio 5 in cui respingeva le accuse, ieri sera Le Iene sono tornate sul tema. I 2500 euro pattuiti con l’imbianchino alla fine non sono stati ancora saldati – la cambiale recapitata non è della cifra corretta, fa riferimento a una società chiusa nel 2013 ed è priva della marca da bollo – e sono spuntati altri creditori che lamentano conti non pagati da Tacconi: il titolare di una merceria, una dentista, un gestore di un albergo, un meccanico, una baby sitter, un’associazione benefica (guarda il servizio).

Tacconi Le Iene 2

LEGGI ANCHE Ascolti tv di giovedì 2 aprile 2015 | Pareggio La dama velata-Il segreto

LA REPLICA – «Cosa dico a queste persone? Di andare a ca**** perché sono andate dalle Iene. All’associazione benefica invece penserò io di tasca mia» ha spiegato Tacconi nuovamente interpellato. A fine servizio ha chiesto un confronto anche la moglie Laura che ha accusato la redazione di aver pagato l’imbianchino e negato di conoscere la baby sitter.

Tacconi Le Iene 4