Luca Casarini e Curzio Maltese nella direzione nazionale di Sel

di Tommaso Caldarelli | 01/04/2015

Luca Casarini, Curzio Maltese e Luciana Castellina sono dirigenti nazionali di Sinistra, Ecologia e Libertà. Inizia a delinearsi la nuova Sel che ha in mente Nicola Fratoianni, coordinatore nazionale che ha sostanzialmente vinto l’ultimo congresso del partito ponendosi come contraltare di Nichi Vendola, storico fondatore del partito della sinistra di alternativa italiana. Entrano nei gruppi dirigenti di Sel esponenti storici dei movimenti e dell’intellettualità di sinistra, nell’intenzione, spiega Fratoianni, di far diventare Sel “il tessuto connettivo della sinistra”.

Sel Casarini Vendola Fratoianni
Nichi Vendola e Nicola Fratoianni

LUCA CASARINI, LUCIANA CASTELLINA, CURZIO MALTESE ENTRANO IN SEL

Una scelta che ricorda quella che prese la bertinottiana Rifondazione Comunista, partito da sempre vicino alla sinistra movimentista, e che si poneva appunto come soggetto politico di collegamento di quel mondo. Ad annunciare i nuovi ingressi nell’Assemblea e nella Direzione Nazionale di Sinistra Ecologia e Libertà è proprio Fratoianni.

Abbiamo scelto infatti di mescolare le voci, di aprire il nostro dibattito a singole personalità o reti sociali e politiche che pongono da tempo temi di straordinaria importanza per chi prenda sul serio le parole ‘innovazione’ e ‘trasformazione’. E allora diamogli innanzitutto il benvenuto, a partire da una donna straordinaria come Luciana Castellina, con cui siamo onorati di poter da oggi condividere il piacere del dibattito politico. E poi ancora benvenuti a Curzio Maltese, Adriano Zaccagnini, Marta Bonafoni che arricchiranno la discussione a partire dal rafforzamento dell’azione della sinistra nelle istituzioni europee e italiane. E benvenuti a personalità come Giorgia Serughetti, una giovane intellettuali che tanto si è occupata di questioni delle donne, a Piero Pellizzaro del Kioto Club importante voce dell’ambientalismo italiano e Luca Casarini che già da tempo collabora con noi nel fondamentale obiettivo di stringere relazioni con molti protagonisti dei movimenti in Europa, infine benvenuti anche ad alcuni giovani attivisti come Roberto Iovino di Act, Simone Oggionni ex-portavoce dei Giovani Comunisti, Jacopo Argilli di Tilt e altri ancora con cui condividiamo la convinzione che sia necessario portare un vento nuovo a sinistra.

Luciana Castellina è una delle voci storiche della sinistra italiana; espulsa dal Partito Comunista per aver aderito al gruppo del Manifesto, già in Democrazia Proletaria, rientra poi nel Pci, poi in Rifondazione Comunista, più volte deputata ed eurodeputata, è stata la moglie di Alfredo Reichlin, altro storico dirigente della sinistra italiana.

LEGGI ANCHE: Nichi Vendola: “Vorrei sposarmi e penso a dei figli”

LUCA CASARINI, DALLE TUTE BIANCHE A SEL

Curzio Maltese, giornalista di Repubblica, è stato eletto all’europarlamento nelle liste dell’Altra Europa con Tsipras, e fece rumore la sua intenzione di mantenere anche lo stipendio giornalistico dal quotidiano romano. Ma è per l’ingresso di Luca Casarini nella direzione nazionale che già si registra qualche polemica online: storico leader del movimento no-global italiano, Casarini si distinse durante il G8 di Genova per essere alla guida della fazione delle Tute Bianche, in seguito conosciuto con il nome di “Disobbedienti”. Molto contestata anche a sinistra ed eterodossa rispetto alle altre fazioni del movimento, i Disobbedienti hanno preso parte a praticamente tutte le vicende della sinistra estrema italiana mantenendo un atteggiamento dialettico, ma sempre di distanza, dai partiti della sinistra tanto istituzionale che massimalista. Per questo qualcuno sui social ha commentato in maniera piuttosto ironica l’ingresso di Casarini nella direzione di un partito della sinistra di governo come Sinistra, Ecologia e Libertà.

Insieme a Casarini, alla Castellina e a Curzio Maltese, sono entrati negli organismi di Sel anche rappresentanti dei giovani Comunisti, dei sindacati studenteschi, delle reti dell’altra Economia.

Compiamo questo passo, da indipendenti, insieme a tante e tanti nuovi e autorevoli compagni di strada, orientati dall’…

Posted by Simone Oggionni on Lunedì 30 marzo 2015

Simone Oggionni, ex portavoce dei Giovani Comunisti, guida l’area degli ex giovani di Rifondazione Comunista che ha scelto un’adesione, pur da indipendente, a Sel.