Mafia Capitale Ostia
|

Mafia Capitale, la giornalista minacciata: “Così il M5S non mi sostenne”

Mafia Capitale, Federica Angeli, la giornalista di Repubblica minacciata dalla mafia di Ostia e che vive da anni sotto scorta, scrive su Facebook una lettera di sostegno a Matteo Orfini e Stefano Esposito, rispettivamente commissario del Pd Roma e del Pd Ostia: di voi, dice la giornalista minacciata, ci si può fidare.

Mafia Capitale Ostia
Stefano Esposito (Roberto Monaldo / LaPresse)

MAFIA CAPITALE, LA GIORNALISTA MINACCIATA SCRIVE A ORFINI ED ESPOSITO

La lettera della Angeli arriva dopo quella del segretario nazionale del Partito Democratico, Matteo Renzi, che aveva espresso pieno sostegno all’azione dei due commissari che hanno preso in carico la difficile situazione del Partito a Roma. La giornalista rincara.

E DOPO RENZI VI SCRIVO ANCHE IO Cari Stefano Esposito e Matteo Orfini, difficile spiegarvi come mi sento in questa…

Posted by Federica Angeli on Domenica 29 marzo 2015

La cronista, nella lettera, ricostruisce la storia recente della politica del litorale.

Credo sia finita l’era dell omertà e del silenzio. E questo grazie anche a voi. Ostia non è solo Spada però. I vostri nemici (e i miei) sono tanti altri. C’è l imprenditore balneare Papagni che sostiene che qui a ostia non c è la mafia e ha sempre fatto il buono e il cattivo tempo. Fu il fratello Paolo a consegnare ai Fasciani lo stabilimento Village per un’antica controversia col clan da sanare. C’e una parte di stampa locale compiacente. Ci sono delle finte associazioni antimafia che nei 18 mesi della giunta Tassone hanno gettato fango su tutti e tutto (compresa me) per poter entrare in politica e chissà quali interessi tutelare, visto che la mala si esprime con le loro stesse parole. Ci sono commercianti storici che hanno fatto affari con esponenti della Banda della Magliana e hanno sfilato con una bara celebrando la morte di Tassone sotto il municipio quando fece la pedonalizzazione del lungomare. E ancora: ci sono politici di destra, quella stessa destra che oggi vi grida contro e vi dà dei politicanti chiacchieroni, che siede all’opposizione ma che fino a quando era in carica ha dato al clan Spada per esempio l appalto per la gestione delle strisce blu sul lungomare o uno stabilimento balneare.

La Angeli si schiera al fianco di Stefano Esposito anche sulle critiche al Movimento 5 Stelle. Nel weekend il commissario del Pd Ostia aveva evidenziato come “il reggente del Clan Spada” avesse condiviso sui social qualche contenuto del parlamentare del M5S Alessandro di Battista.

LEGGI ANCHE: Mafia Capitale, emergenza Ostia: “Inviate l’esercito”

MAFIA CAPITALE, FEDERICA ANGELI: “IL M5S NON MI SOSTENNE”

In un commento al post di Esposito, la Angeli ricorda di quando, lo scorso febbraio, il X Municipio e la giunta Tassone approvarono un Ordine del Giorno di solidarietà alla giornalista minacciata. Il M5S si astenne.

IL RISVEGLIO DELLE COSCIENZEDopo l’ordine del giorno di solidarietà a me votato la scorsa settimana dal mio municipio…

Posted by Federica Angeli on Giovedì 12 febbraio 2015

Al tempo, il Movimento Cinque Stelle motivò così la sua astensione, accodandosi ai motivi esposti dai consiglieri della Lista Alfio Marchini.

Vogliono dare sostegno a chi ha avuto il coraggio di denunciare la ‪mafia, facendo nomi e cognomi, perché riceve insulti su Facebook…e, per aumentare la follia, non hanno neanche il coraggio di scrivere i nomi di chi l’avrebbe insultata e minacciata sui Social network…per tradurre: vogliono omertosamente sostenere chi ha avuto il coraggio di non essere omertoso

Nel frattempo il deputato del Movimento Cinque Stelle Alessandro di Battista ha affidato alla sua rete di amici e sostenitori l’onere di rispondere, nei commenti, alle accuse-osservazioni dei vertici del Pd a Roma, finite in prima pagina su alcuni organi di informazione.

Questa (foto) è l’apertura dell’Huffington Post (Gruppo Espresso). Questo invece è il Corriere della Sera…

Posted by Alessandro Di Battista on Domenica 29 marzo 2015