Stadio della Roma: “Qualcuno forse ostacola il progetto”

di Tommaso Caldarelli | 11/02/2015

stadio della AS Roma

Stadio della Roma

: “Qualcuno forse ostacola il progetto”. Lo dice il professor Alberto Prestininzi, presidente del Comitato per i Lavori Pubblici della Regione Lazio, un organo tecnico che deve esprimere un parere obbligatorio su tutti i più importanti lavori da realizzare nel territorio regionale; dopo l’approvazione dell’interesse pubblico da parte del Comune di Roma, arrivato alla fine dell’anno scorso, il progetto dell’impianto sportivo di Tor di Valle è finito più o meno nel dimenticatoio.
STADIO DELLA ROMA: “QUALCUNO OSTACOLA IL PROGETTO” – L’As Roma deve presentare il progetto definitivo dello stadio perché possano partire i lavori della Conferenza dei Servizi che dovrà dare il via libera necessario per legge. Secondo il Corriere dello Sport, “il progetto definitivo del nuovo stadio della Roma e delle opere collegate sarà pronto entro marzo”, il che consentirebbe l’apertura dei lavori intorno al prossimo novembre. Inciampi permettendo: in attesa della ricezione del progetto definitivo, le commissioni tecniche della Regione stanno già lavorando; e secondo il professor Alberto Prestininzi, professore di Scienze della Terra all’Università la Sapienza, esperto di problemi idrogeologici e presidente del Comitato per i Lavori Pubblici, i problemi sarebbero dietro l’angolo. “C’è qualcuno che ostacola forse. Ci sono alcune riflessioni, non scritte, sull’impatto ambientale, ma son tutte cose capziose. Io spero che si sblocchi da un momento all’altro, c’è una commissione che sta lavorando. Io sto cercando di sbloccarla, per quanto mi è possibile“, ha detto Prestininzi a ForzaRoma.info; un atteggiamento dilatorio, sostiene il professore, basato su critiche estremamente generiche e comunque superabili.

LEGGI ANCHE: Dieci motivi semiseri per non fare lo Stadio della Roma 

STADIO DELLA ROMA, “ZINGARETTI SI ATTIVI” – Genericamente si dice che c’è un impatto ambientale, ma è un fatto del tutto generico. Invece andrebbero individuati quali sono gli aspetti che danno qualche incertezza, in modo che si possa rispondere puntualmente su quelle incertezze”, dice Prestininzi: “Secondo me tutti i vari problemi che possono emergere sono risolvibili”. Anche il presidente del Partito Democratico di Roma, Tommaso Giuntella, è intervenuto ieri su Facebook alludendo ad ipotetici inciampi che il progetto potrebbe sperimentare. 

Pubblicazione di Tommaso Michea Giuntella.

” Sono convinto che il presidente Zingaretti farà tutto il possibile per evitare il prolungarsi di una situazione che rischia di causare un imbarazzo internazionale”, scrive Giuntella. Voci fuori campo, contattate al telefono, confermano a Giornalettismo che data la vicinanza di alcune componenti della maggioranza regionale a costruttori rivali di quel Luca Parnasi che dovrà realizzare l’impianto di Tor di Valle, non è scontato che a novembre si riesca a porre la prima pietra. Questa sera, comunque, l’architetto Den Meis parlerà all’università americana di Roma: “In primis parlerò d’importanti novità per quanto riguarda il nuovo stadio di proprietà della Roma e anche di altri progetti recenti da me ideati”, ha detto su Twitter.