I 17 modi in cui il tuo lavoro può farti ingrassare

di Redazione | 27/01/2015

Nonostante facciate una vita tutto sommato equilibrata e senza troppi eccessi, l’ago della bilancia continua a salire e non riuscite a capire il perché? Forse la colpa è del vostro lavoro: come spiega Health.com chi fa un lavoro sedentario non solo è costretto a restare seduto per molte ore al giorno, ma sarebbe più “esposto” a tentazioni culinarie di ogni tipo.

Foto: Thinkstock
Foto: Thinkstock

Non solo: se si tratta di un lavoro particolarmente stressante, il rischio è quello di avere nell’organismo un eccesso di cortisolo, l’ormone dello stress, responsabile di tante “abbuffate” fuori pasto. Ma i motivi non finiscono qui.

Scoprili tutti:

  • 1. Stai seduto tutto il giorno – È una causa tanto ovvia quanto inevitabile. Chi fa un lavoro da ufficio è costretto a passare gran parte della propria giornata lavorativa seduto a una scrivania. Chi svolge questo genere di attività incolpa il lavoro sedentario come prima causa dei chili di troppo, anche se secondo gli esperti le cause di sovrappeso e obesità sarebbero altre. Di certo però, stare seduti per otto o nove ore al giorno non aiuta. Meglio compensare con un po’ di attività fisica dopo il lavoro.
  • 2. Fai il pendolare – Oltre al tempo che passi seduto alla scrivania, devi aggiungere anche quello che trascorri in macchina o sui mezzi pubblici che utilizzi per andare al lavoro. Se fino ad oggi ti sei sempre ritenuto fortunato a trovare un posto dove sederti sappi che questa è tutto meno che una fortuna per il tuo corpo, che tende a fare ancora meno attività fisica.
  • 3. Il tuo lavoro ti stressa – Lo stress genera alti livelli di cortisolo, detto appunto l’ormone dello stress, che porta a improvvisi attacchi di “fame nervosa” che spesso sono colmati con snack non proprio salutari, che tendono ad accumularsi su pancia e fianchi. Non solo: secondo uno studio tedesco lo stress costituirebbe un fattore di rischio che può contribuire all’insorgenza del diabete di tipo II.
Foto: Thinkstock
Foto: Thinkstock
  • 4. Lavori fino a tardi – Hai una consegna o devi finire un lavoro urgente e, per questo, ti capita spesso di lavorare fino a notte fonda. Sappi che la mancanza di sonno ha un effetto curioso sull’organismo umano: meno dormi e più mangi. Soprattutto tendi a mangiare fuori pasto, cosa che non fa bene alla linea.
  • 5. Mangi la prima cosa che ti capita – Se sei spesso in trasferta o in giro per lavoro ti sarà capitato di voler “risparmiare tempo” andando in un fast food o mangiando la prima cosa che trovi, snack e merendine comprese. Questa abitudine si rivela molto dannosa per il mantenimento del tuo peso forma e gli esperti raccomandano: se proprio non trovi un posto dove puoi mangiare “bene” fai uno sforzo per portare con te del cibo salutare e nutriente.
  • 6. La tua azienda non offre programmi di wellness – Sono sempre di più le aziende, specialmente quelle inglesi o americane, che tendono a ridurre i premi delle assicurazioni sanitarie dei propri dipendenti in cambio di incentivi a svolgere attività fisica o a mettersi a dieta. Purtroppo si tratta di una policy aziendale ancora poco diffusa, che molte aziende evitano per non «immischiarsi nella vita dei propri dipendenti».

LEGGI ANCHE: Le 12 cattive abitudini che ti rovinano la vita

  • 7. Per il tuo ufficio girano dolcetti e caramelle – C’è sempre un collega che porta le caramelle avanzate dalla festa del figlio o i biscotti fatti in casa dalla suocera o la torta frutto di un esperimento culinario della sera prima. E sappiamo tutti che resistere alla tentazione è difficile, molto difficile.
  • 8. Segui le abitudini alimentari dei tuoi colleghi – Andate spesso a pranzo insieme o ordinate una pizza per mangiarla direttamente in ufficio. Non è detto, però, che le abitudini alimentari dei tuoi colleghi siano adatte a te. E, lo sappiamo tutti, nessuno vuole essere “quello strano che mangia solo insalate e beve frullati”.
  • 9. Fate spesso festicciole in ufficio – Il compleanno di tizio, il matrimonio di caio, la promozione di Sempronio. Festeggiare con i propri colleghi è bello e divertente ma se diventa un’abitudine quasi quotidiana (tra torte, biscotti e broche) a lungo andare l’unica a non festeggiare sarà la tua bilancia.
Foto: Thinkstock
Foto: Thinkstock
  • 10. Mangi gli snack delle macchinette – Prima o poi “quella” giornata capita a tutti: quella in cui ci sono talmente tante cose da fare che la pausa pranzo è solo un miraggio e perfino il bar sotto l’ufficio risulta essere troppo lontano. Così prendi la prima cosa che ti capita alle macchinette: solitamente snack pieni di zucchero, grassi o sale che – a lungo andare – rovinano la linea.
  • 11. Usi troppo l’ascensore – Stai seduto almeno 8 ore al giorno: che ne diresti di salire le scale a piedi, ogni tanto?
  • 12. Non prendi abbastanza luce – Se lavori in un ambiente di lavoro molto grande potresti avere la sfortuna di avere la tua postazione molto lontano da una finestra: in questo modo sei costretto a tenere accesa la luce tutto il giorno per sopperire alla mancanza di luce naturale. Questo influisce negativamente sul tuo ritmo circadiano, che regola l’alternarsi del sonno e della veglia. E, a lungo andare, influisce negativamente anche sul tuo metabolismo.

LEGGI ANCHE: I 9 trucchi per “rientrare nei ranghi” dopo che hai mangiato troppo

  • 13. Fai molti viaggi di lavoro – Pranzi in aereo, cene con investitori, colazioni di lavoro: quando si è in trasferta è facile esagerare a tavola, con in più l’aggravante che trascorri molte ore seduto e, spesso, sei costretto a stravolgere la tua routine quotidiana sacrificando il tempo dedicato all’attività fisica.
  • 14. Fai i turni di notte – Se lavori spesso di notte e tendi a ingrassare è colpa dei meccanismi descritti ai punti 3 e 12. Per quanto tu possa essere abituato ai turni notturni, il corpo non riesce mai ad adattarsi al 100%
  • 15. Mangi alla scrivania, mentre lavori – Si tratta di un’abitudine pessima, che può avere conseguenze nefaste sulla tua linea. Se mangi mentre lavori non solo non stacchi mai, permettendo al tuo metabolismo di “svegliarsi” dopo una sosta forzata così lunga, ma rischi anche di assumere molte più calorie del necessario, senza riuscire a smaltirle.
Foto: Thinkstock
Foto: Thinkstock
  • 16. Sei “sempre connesso” – il fatto che tu possa sempre controllare le mail di lavoro o metterti in contatto con i tuoi colleghi non ti permette mai di rilassarti e “abbassare la guardia” dal tuo lavoro: questo ti rende più stressato e, per effetto del cortisolo, più incline ad abbuffarti anche quando non ne avresti bisogno.
  • 17. Fai molti aperitivi – Si tratta di un’occasione splendida per socializzare e rilassarsi con i colleghi o conoscerne di nuovi. Ma alcolici, stuzzichini e tartine sono pieni di calorie e di grassi. Una volta alla settimana te lo puoi permettere. Se lo fai tutte le sere, prima o poi la bilancia se ne accorgerà.

(Photocredit copertina: Thinkstock)