|

L’Isis decapita un ostaggio giapponese, annuncio in un video

L’Isis ha decapitato un nuovo ostaggio, questa volta si tratta di un nazionale giapponese: Haruana Yukawahd, contractor definito dalle agenzie “dal profilo anomalo”, è stato ucciso dalle forze del Califfato Islamico della Siria e dell’Iraq del Levante. Ad annunciarlo l’organizzazione di monitoraggio di siti e network del Jihad, il SITE Intelligence Group, che dà conto della diffusione del video con cui il compagno di cella Kenji Goto Jogo annuncia al mondo l’uccisione di Haruana.

L’ultimatum per la liberazione dei due ostaggi giapponesi era scaduto ieri mattina e l’esecuzione da parte del Califfato dello Stato Islamico non si è fatta attendere.

LEGGI ANCHE: Isis, anche il porno per finanziare il terrorismo

ISIS, UCCISO L’OSTAGGIO GIAPPONESE – Jogo, l’uomo che annuncia la morte del suo compagno di cella nel video diffuso da SITE, rilancia le richieste dell’Isis, sostenendo che se non saranno soddisfatte il prossimo a patire l’estremo supplizio sarà proprio lui: “L’ostaggio parla inglese e accusa il premier Shinzo Abe della morte di Yukawa, invitando moglie e famiglia a non cedere. Jogo afferma che l’Isis chiede ora in cambio della sua vita il rilascio di Sajida al-Rishawi, un’aspirante attentatrice kamikaze inviata da al Qaida in Iraq per attaccare un hotel in Giordania nel 2005”, scrivono le agenzie; l’ostaggio afferma che in questo modo l’Isis ha rinunciato alle richieste di un risarcimento monetario (“Cosi’ non dovete preoccuparvi che state finanziando i terroristi”, si sente nell’audio) e che la richiesta del rilascio della terrorista, e’ “facilmente realizzabile” ed “equa”: “Liberatela e io sarò subito rimesso in libertà, lei al posto mio. Queste potrebbero essere le mie due ultime ore al mondo. Fate che non sia cosi’, fate in modo che Abe non uccida anche me”, ha detto Kenji Goto Jogo. Da Tokyo si afferma che il governo sta verificando l’autenticità del video: “Questo è un atto oltraggioso e inaccettabile”, dicono dal governo, chiedendo allo stesso tempo il rilascio incondizionato di Goto Jogo.

TAG: ISIS