|

Maltempo: neve al Sud e temperature in picchiata al Nord

L’Italia è stretta nella morsa del gelo: mentre al Nord si registra un notevole calo delle temperature, accentuato da una condizione di alta pressione che favorisce l’abbassamento della colonnina di mercurio, al Centro-Sud è arrivata la neve. Nevica nel frusinate e sulle coste campane, Salerno compresa – dove i fiocchi bianchi non si vedevano da due decenni – in Sicilia, con Palermo imbiancata, in Molise e Basilicata. Nevica anche sulle coste pugliesi dove, tra l’altro si attende l’arrivo delle navi con a bordo i passeggeri tratti in salvo dal rogo del traghetto Norman Atlantic.

La neve al porto di Manfredonia, dove si attende un cargo maltese con a bordo alcuni passeggeri evacuati dal Norman Atlantic - Foto: CARLO HERMANN/AFP/Getty Images
La neve al porto di Manfredonia, dove si attende un cargo maltese con a bordo alcuni passeggeri evacuati dal Norman Atlantic – Foto: CARLO HERMANN/AFP/Getty Images

NEVICA AL SUD: ISOLATI ALCUNI CENTRI DELLA PUGLIA – La situazione sembra essere più critica sopratutto nel brindisino, dove numerose contrade rurali della Valle d’Itria, tra Ceglie Messapica, Fasano e Cisternino, sono isolate a causa della copiosa nevicata: da ore manca la corrente elettrica e le forze dell’ordine stanno cercando di raggiungere le abitazioni più lontane, abitate in prevalenza da anziani. L’erogazione dell’elettricità dovrebbe essere ripristinata nel pomeriggio. Disagi anche nel resto della Puglia, sopratutto per quanto riguarda la circolazione ferroviaria, fortemente rallentata attorno al nodo di Bari: molti treni sono stati soppressi, altri hanno subito variazioni nel percorso.

Guarda le foto: 

NEVE AL SUD: CHIUSO PER UN ORA L’AEROPORTO DI CAPODICHINO – Situazione critica anche in Campania, dove ieri sera sono caduti i primi fiocchi di neve che hanno coperto tetti e strade con velo bianco. Per la città si tratta di un evento fuori dal comune: l’ultima nevicata risale al 1988 e molti cittadini non hanno esitato a immortalare lo spettacolo con i cellulari e a condividere le foto sul web, mentre le temperature hanno raggiunto i tre gradi sotto lo zero. Ritardi e qualche problema anche all’aeroporto napoletano di Capodichino: lo strato di nevischio che ha coperto le piste ha obbligato allo stop di tutti i voli, sia in partenza che in arrivo, per circa un’ora tra le otto e le nove di questa mattina. La situazione starebbe comunque tornando alla normalità.

 

LEGGI ANCHE: Rogo sul traghetto Norman Atlantic: 11 morti, 2 italiani

 

NEVE AL SUD: IMBIANCATA ANCHE PALERMO – E la neve ha raggiunto anche la Sicilia occidentale: nella serata di ieri ha nevicato sulle province di Palermo, Trapani e Messina, mentre statattina il capoluogo siciliano si è risvegliato con i fiocchi che imbiancavano la città, anche a livello del mare. Attimi di paura lungo il litorale dell’Addaura, a Palermo, dove alcuni massi si sono staccati dal costone roccioso, finendo all’interno di un appartamento. Non ci sono feriti, ma il fatto ha portato alla chiusura del tratto di lungomare Cristoforo Colombo, che resterà chiuso fino al 2 gennaio. L’Anas ha fatto sapere che il traffico è momentaneamente bloccato sulla statale 640 “di Porto Empedocle”, nell’agrigentino, tra Favara Nord e Racalmuto Est, a causa di una bufera di neve.

GELO AL NORD: TEMPERATURE IN PICCHIATA E BORA A TRIESTE – Mentre il Centro-Sud è alle prese con la neve, al Nord si registrano temperature record: in Veneto, sull’Altopiano di Asiago, la colonnina di mercurio è scesa fino a -15 gradi, mentre a Trieste la bora soffia con raffiche gelide che hanno raggiunto i 100 chilometri orari. Secondo le informazioni diffuse dall’Osservatorio meteorologico regionale, la situazione dovrebbe mantenersi stabile con un ulteriore -seppur leggero – calo delle temperature. In serata la bora dovrebbe calare.

MALTEMPO: LE PREVISIONI PER LE PROSSIME ORE – Secondo le previsioni de ilmeteo.it il maltempo non allenterà la sua morsa fino a Capodanno: la neve continuerà a cadere al Sud, raggiungendo anche la Sardegna orientale e le coste adriatiche fino all’Emilia-Romagna. Le nevicate proseguiranno su Marche, Lazio, Basilicata e Molise – dove già si registrano accumuli di oltre un metro, soprattutto ad Agnone – e anche in Calabria e Sicilia. Il sole tornerà a splendere su quasi tutta la penisola tra giovedì e venerdì, ma le temperature resteranno piuttosto basse, sopratutto durante le ore notturne, quando ovunque la colonnina di mercurio scenderà sotto lo zero.

(Photocredit copertina: Twitter/@sagittablu)