Piccinini minuto per minuto, sciabolata per sciabolata

di Giordano Giusti | 27/11/2014

A un orecchio e a un occhio distratto le voci e le facce dei vari giornalisti e telecronisti sportivi italiani si confondono in un magma unico e indistinto. Ma per chi mangia da decenni pane e calcio tricolore c’è soprattutto un nome ben stampato in testa: Sandro Piccinini. Nato nelle dimenticate emittenti locali e cresciuto nella primissima Fininvest, è l’innovatore per antonomasia del genere ‘cronaca di una partita’,  monopolio Rai fino a metà degli anni ’80. Mattatore al punto tale da meritarsi imitazioni sublimi (vedi Neri Marcorè), Piccinini unisce ritmo ad un’ottima competenza e la sua cifra stilistica fatta di neologismi è unica e inimitabile. Ogni tanto esagera, lo ammettiamo, soprattutto in tempi recenti: lanciare durante una finale di Champions League i contributi dell’inviato urlando più volte «Scatenato Nando Sanvito a bordocampo!» può lasciare di stucco gli spettatori più ortodossi. Ma glielo si perdona. Come accade per l’altro esponente di spicco della seconda generazione di telecronisti – parliamo di Fabio Caressa – anche Piccinini ha la sua neanche troppo piccola schiera di sostenitori sui social network che si divertono a seguire le sue imprese dialettiche. Più di un fan club, meglio di un ufficio stampa: vediamo chi sono

 

 

 

Spaccarsi di shottini con Sandro Piccinini – sì, il nome attribuisce in modo volutamente scherzoso le scorribande dialettiche della voce di Mediaset a un tasso alcolico fuori norma – conta poco meno di 10mila like su Facebook, 1300 follower circa su Twitter e addirittura un canale Youtube. Non c’è match che non meriti un live, non c’è postpartita che non abbia un dettagliato report: 21 voci da Cerca un’idea! a ‘Cccezzzionale! passando per i più famosi Numero!, Mucchio selvaggio e Proprio lui! divisi tra primo e secondo tempo. Tutti le iperboli, tutti i tic in un solo post, telecronaca per telecronaca: se la somma di espressioni picciniane supera quota 100 l”ebbrezza’ è manco a dirlo Incredibile!. In Malmoe-Juventus di ieri sera il totale recita 112, un successone di pubblico e critica stando anche ai dati auditel. Perché se la palla è rotonda, la mischia è furibonda e spesso la racconta Piccinini. Spot per noi!

 

Photocredit Gian Mattia D’Alberto – LaPresse