La bestemmia di Tiberio Timperi a Unomattina: tutta la storia

di Redazione | 20/10/2014

Infuria la polemica dentro e fuori gli studi di RaiUno dopo “l’incidente” capitato sabato mattina a Unomattina In Famiglia, dove il conduttore Tiberio Timperi si è lasciato scappare una bestemmia andata in onda per sbaglio non una, ma ben due volte. Timperi si è scusato, spiegando anche che quel segmento di trasmissione non sarebbe mai dovuto essere incluso nel montaggio finale della puntata. Ma RaiUno non è intenzionato a prendere alla leggera il fatto, e ha annunciato “sanzioni” nei confronti del giornalista.

Photocredit: Raiuno via DailyMotion/Marcovnp
Photocredit: Raiuno via DailyMotion/Marcovnp

LA BESTEMMIA DI TIBERIO TIMPERI A UNOMATTINA – Le cose sono andate così: durante la puntata di sabato mattina di Unomattina In Famiglia, il contenitore mattutino del weekend di Raiuno, Timperi si “impappina” presentando uno degli ospiti presenti in studio. Il conduttore si blocca: «ho sbagliato, grazie, da capo» poi, innervosito, tira una manata alla cartelletta che regge in mani e mormora a fior di labbra un’udibilissima bestemmia. La trasmissione si interrompe immediatamente e sullo schermo dei telespettatori compare il segnale orario. Dopo qualche secondo la trasmissione riprende, ma è la stessa scena di qualche attimo prima: quindi Timperi che si incarta, manata, bestemmia e poi di nuovo “nero”, fino a quando finalmente la trasmissione non riprende con il “lancio” corretto.

Guarda il video: 

La bestemmia di Tiberio Timperi (UnoMattina In… di marcovnp

TIMPERI: «CHIEDO SCUSA, MA NON DOVEVA ANDARE IN ONDA» – Un pasticcio che non è passato inosservato né ai telespettatori né agli addetti ai lavori di RaiUno e che, qualche ora dopo la trasmissione, ha costretto Timperi a correre ai ripari spiegando cosa fosse successo:

Vi chiedo scusa perché è andata in onda una mia imprecazione, perché non fa parte del mio costume. Però è giusto che sappiate che si tratta di un increscioso incidente, perché faceva parte di una registrazione che non doveva andare in onda.

Alcune parti di Unomattina in Famiglia, infatti, vengono registrate in precedenza e poi inserite all’interno della diretta del sabato: per un errore di montaggio, quindi, è stato inserito un pezzo degli “errori” di Timperi, con relativo “fuorionda” registrato.

 

LEGGI ANCHE: Travaglio se ne frega dell’appello di Santoro

 

TIMPERI E LA BESTEMMIA, IL CODACONS: «FATTO GRAVISSIMO» – Sulla questione è intervenuto il Codacons, che ha definito il fatto un “episodio gravissimo” e ha chiesto ai vertici Rai la sospensione del conduttore insieme a quello dei tecnici che lavorano al programma:

Conduttore, autori e montatori del programma di Rai1 “Unomattina in famiglia” devono essere immediatamente sospesi dalle loro funzioni. Si tratta di un episodio gravissimo accentuato dal fatto che, trattandosi di un intervento registrato, la bestemmia avrebbe potuto e dovuto essere tagliata. Conduttore, autori e responsabili del montaggio del programma devono essere immediatamente sospesi dalle loro funzioni per l’offesa arrecata non solo ai credenti, ma alla totalità dei telespettatori italiani. Se questo è il servizio pubblico che fa la Rai con i soldi dei cittadini, allora meglio eliminare del tutto il canone Rai.

TIMPERI E LA BESTEMMIA, RAIUNO ANNUNCIA SANZIONI – Anche il direttore di RaiUno, Giancarlo Leone, è intervenuto nella questione: su Twitter ha parlato di «deprecabili errori» e ha annunciato non solo le scuse ufficiali, ma anche l’applicazione di sanzioni nei confronti del conduttore.

 

TIMPERI E LA BESTEMMIA, IL PUBBLICO SI DIVIDE – Al tweet di Leone hanno risposto molti telespettatori: c’è chi approva la decisione di sanzionare Timperi, altri invece obiettano che l’errore non è stato tanto del conduttore, quanto degli addetti al montaggio e al regista che non si sono accorti di cosa avevano inserito nella puntata.