11 settembre 1973: le ultime parole di Salvador Allende

di Redazione | 11/09/2014

L’undici settembre del 1973 moriva il presidente cileno Salvador Allende, ucciso dai golpisti all’interno del palazzo presidenziale de La Moneda, mentre cercava di resistere loro. Quel giorno i militari golpisti, sostenuti dal Dipartimento di Stato americano, bombardarono il palazzo presidenziale con l’aeronautica e cominciarono il triste massacro della sinistra cilena, inaugurando la pluridecennale dittatura del generale Augusto Pinochet. Nel video che segue le ultime parole (il testo con la traduzione italiana si può leggere su PeaceReporter) pronunciate al paese da Allende ai microfoni di Radio Magallanes, dall’interno del palazzo presidenziale assediato dai golpisti, in quello successivo le immagini del bombardamento de La Moneda.

 Il bombardamento de La Moneda