Gli hacker hanno una copia backup di tutti i contenuti dell’iPhone di Kate Upton

di Redazione | 04/09/2014

Si mette sempre peggio per le 101 celebrità le cui foto senza veli sono state hackerate dai loro account iCloud: l’analisi dei metadati sulle foto di Kate Upton ha dimostrato infatti che il suo account è stato violato grazie a parte di un software normalmente utilizzato dalle forze dell’ordine che scarica un’intera copia backup dell’iPhone del bersaglio. Il software si chiama EPPB (Elcomsoft Phone password Breaker) ed è destinato a dipartimenti di polizia e agenzie governative, riporta Business Insider.

Foto: Dimitrios Kambouris/Getty Images
Foto: Dimitrios Kambouris/Getty Images

Leggi anche: Il sito porno che si rifiuta di cancellare le foto rubate di Jennifer Lawrence

EPPB – Se un hacker può ottenere username e password di un utenti di iCloud grazie ad un programma come iBrute, può accedere all’account iCloud della vittima per rubare le foto. Se invece utilizza EPPB, può scaricare un’intera copia backup dell’iPhone in questione, come se si trattasse di un’unica cartella, secondo quanto riporta Jonathan Zdziariski, consulente forense che si occupa di sicurezza. Quindi chi usa EPPB può scaricare i dati delle applicazioni, video, contatti e messaggi di testo. Sul cellulare di Kate Upton, secondo quanto emerge dall’analisi dei metadati, gli hacker avrebbero operato sia con iBrute che con EPPB, motivo per il quale si pensa che i pirati informatici siano in possesso di altri dati della modella, che potrebbero essere utilizzati per ricatti o per la ricerca di nuove vittime.

(Michael Loccisano/Getty Images for Sports Illustrated & Dimitrios Kambouris/Getty Images)