«Tra le foto rubate alle dive di Hollywood ci sono anche quelle di una minorenne»

di Valentina Spotti | 03/09/2014

Sembrava solo uno dei tanti scandali passeggeri che, a cadenza regolare, investono qualche divo di Hollywood. Invece il massiccio furto delle foto “private” di un centinaio di attrici e modelle che sta facendo parlare tutto il mondo da domenica notte sta assumendo contorni sempre più sinistri. E viene tirata in ballo anche la pedopornografia. 

Paul A. Hebert/Getty Images)
McKayla Maroney (a sinistra) Foto: Paul A. Hebert/Getty Images

MCKAYLA MARONEY: «IN QUELLE FOTO ERO MINORENNE» – La denuncia arriva da McKayla Maroney, campionessa americana di ginnastica artistica, che nel 2012 ha brillato alle Olimpiadi di Londra vincendo la medaglia d’oro nel concorso a squadre e un argento al volteggio. E proprio quest’ultima medaglia ha reso l’allora sedicenne McKayla famosa in tutto il mondo: durante la cerimonia di premiazione, già con il suo argento al collo, l’atleta fu immortalata da un fotografo mentre appariva decisamente imbronciata, poco soddisfatta di essere arrivata seconda. Quel broncio divenne un meme, e spopolò sul web per alcuni mesi, rendendo la ragazza una celebrità anche fuori dal campo gara. Anche McKayla, che ha compiuto 18 anni lo scorso dicembre, fa parte di quella schiera di vip a cui sono state sottratte e pubblicate su Internet le proprie foto “intime”. Con una piccola differenza: la ginnasta sostiene che in quegli scatti sarebbe stata ancora minorenne.

Ronald Martinez/Getty Images
Ronald Martinez/Getty Images

 

RAGAZZE MINORENNI – Secondo quanto riporta il sito di gossip TMZ, gli avvocati della Maroney avrebbero inviato una lettera a porn.com, intimando di eliminare dal sito le foto della propria assistita o, per lo meno, quelle scattate quando la ragazza era ancora minorenne. Il sito avrebbe subito provveduto a rimuovere le foto per evitare di andare incontro a una denuncia per diffusione di materiale pedopornografico. La ginnasta, tuttavia, aveva dichiarato su Twitter che le presunte foto rubate che la riguardavano erano un falso: non è chiaro, quindi, quali e quante immagini di sua proprietà siano circolate sul web. McKayla, comunque, non sarebbe l’unico caso: anche Liz Lee, volto famoso di MTV, si sarebbe rivista in alcune foto che, a suo dire, sarebbero state scattate insieme al suo ragazzo quando aveva appena sedici anni. Le foto della Maroney e della Lee sono state eliminate anche da Reddit, che da domenica notte pubblica le immagini rubate delle dive, comprese quelle di Jennifer Lawrence, Kate Upton, Rihanna e Avril Lavigne.

APPLE: «NON È COLPA NOSTRA» – Nel frattempo, sul fatto, continuano a indagare sia l’FBI che Apple, dal momento che le foto sono state ottenute violando l’account dell’iPhone della Lawrence. L’azienda di Cupertino, tuttavia, allontana da sé ogni accusa e ha fatto sapere che non si sarebbe trattato di una falla di sicurezza di iCloud o di Find My iPhone, ma che l’hacker in questione sarebbe entrato nell’account usando le chiavi di accesso dell’attrice, senza forzare il codice. Come abbia fatto a procurarsi dati tanto riservati, per ora resta un mistero.

SOLIDARIETÀ DA EMMA WATSON – Sul caso è intervenuta anche Emma Watson: all’ex Hermione di Harry Potter non è stata rubata alcuna foto, ma l’attrice si è sentita in dovere di esprimere la propria solidarietà nei confronti delle colleghe che hanno visto violata la propria privacy in modo tanto brutale. «Peggio che vedere la privacy di queste donne violata sui social media – ha scritto la Watson su Twitter – È leggere certi commenti che mostrano tutta questa mancanza di empatia».

(Photocredit copertina: THOMAS COEX/AFP/GettyImages)