Il Lago Erie avvelenato dai cianobatteri

di Valentina Spotti | 05/08/2014

Uno dei più grandi laghi del pianeta, che provvede a rifornire di acqua una buona fetta degli Stati Uniti nord-orientali e del Canada meridionale, è infestato da un’alga verde che si è diffusa in quantità tali da essere perfettamente visibile anche dalle foto satellitari. Ecco come appare il Lago Erie, facente parte del sistema dei Grandi Laghi, sul versante statunitense dell’Ohio: le zone costiere colorate di verde acceso. Colpa dei cianobatteri, microrganismi unicellulari che proliferano grazie ai meccanismi di fotosintesi. E che stanno avvelenando il lago.

AP Photo/NOAA
AP Photo/NOAA

«NON BEVETE L’ACQUA DEL RUBINETTO» – Il fenomeno non è nuovo agli abitanti delle città che si sviluppano sulle rive del lago: quasi ogni estate la superficie dell’acqua si riempie di questi piccoli microrganismi, impropriamente chiamati alghe. Tuttavia quest’anno la situazione è più seria del previsto tanto che il sindaco di Toledo, Michael Collins, ha emesso un’ordinanza che rende non potabile l’acqua che esce dai rubinetti delle case della città, dopo che alcuni test condotti nel weekend hanno rilevato che la tossina prodotta dai cianobatteri aveva raggiunto livelli pericolosi anche per l’uomo. Le diverse specie di cianobatteri, infatti, producono una tossina in grado di agire sul sistema nervoso o di danneggiare il fegato fino, in caso di grave contaminazione, a provocare la morte. L’allarme sarebbe poi rientrato lunedì, ma la preoccupazione dei cittadini per la propria salute non è svanita.

Guarda le foto: 

INVASIONE DEI CIANOBATTERI – Ma quali sono le cause di questa diffusione incontrollata dei cianobatteri nel Lago Erie? La responsabilità, come in altri casi prima di questo, è in gran parte umana: i cianobatteri trovano un ambiente favorevole in acque ricche di azoto e fosforo, due elementi che finiscono in grandi quantità nelle acque del lago a causa dell’uso eccessivo di fertilizzanti e dai malfunzionamenti degli scarichi degli allevamenti del bestiame. L’economia dell’Ohio si basa sopratutto su agricoltura e allevamento e i componenti azotati finiscono direttamente nei fiumi – come il Maumee e i suoi affluenti – che sono immissari del Lago Erie. Questo tipo di inquinamento, unito al fatto che quest’anno i forti venti che interessano la regione sono stati piuttosto deboli, hanno permesso ai cianobatteri di proliferare indisturbati.

 

 

LEGGI ANCHE: Gli incredibili effetti dell’inquinamento cinese in 14 foto

 

CRISI AMBIENTALE ED ECONOMICA – Così, mentre i cittadini di Toledo e delle città vicine razziano i supermercati alla ricerca di acqua in bottiglia e altre bevande, le autorità non nascondono le proprie preoccupazioni per quella che, da crisi ecologica potrebbe tramutarsi in catastrofe economica per uno stato intero.

(Photocredit: AP Photo/Haraz N. Ghanbari)