Le 10 applicazioni più inutili di sempre

di Alessio Barbati | 24/07/2014

Gli smartphone, si sa, possono essere di grande aiuto in diverse situazioni. Per lavoro, per intrattenimento e perfino per telefonare. Sono state sviluppate milioni di applicazioni, più o meno utili. In questa sede non solo non parleremo delle applicazioni più utili, ma nemmeno di quelle meno utili. Tratteremo di quelle applicazioni che non servono assolutamente a nulla. Volevamo stilare una classifica, ma non ce la siamo sentita di scegliere, le proponiamo quindi in ordine sparso lasciando al lettore l’ardua sentenza.

Schermata 2014-07-24 alle 18.37.18 Schermata 2014-07-24 alle 18.41.42

TAMAGO – Tamago offre la possibilità di rompere un uovo. Per farlo però bisognerà cliccarci sopra un milione di volte. Cosa succede alla fine? Purtroppo non abbiamo avuto la pazienza di finirlo. Ma se volete provarci potete scaricarla da qui per iOS e da qui per Android.

SNAPCAT – No, non manca una H. Snapchat effettivamente potrebbe servire a qualcuno, ma questa si chiama proprio SnapCat e permette ai gatti di scattarsi un selfie. Qualora il vostro gatto sia particolarmente vanitoso fategli questo regalo cliccando qui.

iFART – iFart è un vero e proprio evergreen, consente al vostro smartphone di simulare il suono delle flatulenze ed è incredibilmente una delle app più scaricate. E’ possibile scegliere il tipo di peto e costa 99 centesimi. Se pensate di non poterne fare a meno cliccate qui.

PANTIES DETECTOR – Appoggiando il dito nell’apposito spazio il programma rivelerà il colore delle mutande dell’utente. Ovviamente non ci azzecca quasi mai, ma se siete curiosi potete comunque scaricarlo qui.

iBEER – Siete in giro? Non ci sono bar nelle vicinanze e avete la gola secca? Cosa c’è di meglio di una bella birra rinfrescante… iBeer trasforma lo smartphone in una birra, che ovviamente non si può bere. Perché è un telefono. Scaricabile qui.

iSTEAM – Avete presente quando piove, si appannano i vetri della macchina e la vostra fidanzata romanticamente disegna dei cuori sulla condensa? Se non avete una fidanzata e nemmeno una macchina potete farlo da qui.

HOLD ON! – Quest’app consiste in un bottone. Dovete premerlo il più a lungo possibile. Non fa nient’altro e non è nemmeno gratis, però il cronometro è precisissimo. Eccolo

TAP THAT – Solo per Android, consente a due smartphone di fare sesso.
Uno dei telefonini può scegliere di essere una donna in topless e l’altro può invece scegliere Homer Simpson.
 Un app utilissima. Frutto di una mente malata. Provare per credere.

MELON METER – Applicazione che ha raggiunto la vetta della classifica in Kuwait e in Armenia, misura la bontà di meloni, cocomeri e angurie. Ovviamente senza alcun fondamento scientifico. Costa un euro e settantanove. Come abbia fatto a scalare le classifiche rimane tutt’ora un mistero, scaricabile qui

BOWEL MOVER PRO – Questa l’abbiamo lasciata per ultima perché è un’app molto seria. Non stiamo scherzando, lo dimostra anche il prezzo che è stato fissato a 3 euro. Vi aiuta a monitorare i movimenti intestinali in maniera scientifica. La cosa carina è che si possono condividere i dati anche su Facebook e Twitter. Speriamo che non vi serva, ma non si sa mai, ecco il link.