Roma, Atac assume altri 350 autisti

di Alessio Barbati | 11/07/2014

Roma, Atac assume altri 350 autisti mentre ondate di scioperi e disagi per il trasporto pubblico romano flagellano la città. Oggi gli autisti della società privata Roma Tpl si asterranno per quattro ore dal lavoro al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica sul dramma che stanno vivendo. Lo sciopero è stato indetto da Cgil, Cisl, Uil e Faisa Cisal per dire no ai tagli previsti dalla società.

ATAC ASSUME, ROMA TPL LICENZIA – Roma Tpl Scarl è il secondo gestore di Trasporto Pubblico Locale ed è responsabile del venti per cento delle linee bus sul territorio romano. La società privata è costretta a licenziare 338 dipendenti su 1978 totali, per mancanza di fondi. I crediti mai incassati nei confronti di Roma Capitale e Regione Lazio ammonterebbero a 20 milioni di euro e il taglio annunciato al contratto di servizio si avvicina ai 7 milioni l’anno.

Roma, sciopero dei trasporti TPL

PARTITE LE LETTERE DI LICENZIAMENTO – Secondo Affaritaliani.it arriveranno già il 24 Luglio le lettere di licenziamento per i dipendenti in esubero. A rischio, leggiamo, ben 258 autisti, 50 amministrativi, 15 addetti d’esercizio e 15 controllori, ovvero il 17% della forza lavoro, ben più del 10% dei chilometri da percorrere messi in discussione dal Campidoglio. Situazione resa più drammatica dall’assenza di ammortizzatori sociali, ma non solo, perchè Tpl ha anche annunciato che, vista la situazione attuale, i dipendenti che resteranno in azienda dovranno rinunciare ad una parte del loro stipendio, circa 78 euro su salari di 1200 euro al mese.

IL SILENZIO DELLE ISTITUZIONI – «Chiediamo un tavolo immediato con Roma Capitale, Regione Lazio e Atac per cercare di far fronte alla situazione – dice Marco Capparelli, segretario della Filt Cgil di Roma e Lazio – Tra l’altro, il silenzio delle istituzioni mi spaventa: non possiamo aprire alle privatizzazioni e poi, nei momenti di difficoltà, considerare i lavoratori delle aziende private come fossero di serie B».

NEL FRATTEMPO ATAC ASSUME – Il taglio dei dipendenti manderà nel caos buona parte del servizio periferico notturno gestito dal consorzio. Sui 28 milioni di chilometri percorsi annualmente dalle linee Tpl ne verranno tagliati 2,8. Tutto questo succede mentre all’Atac è stata chiusa la graduatoria di 350 candidati autisti a tempo indeterminato, per sopperire alla carenza di personale operativo. Diffusa tra i licenziandi l’idea che sia più conveniente scaricare i costi sociali del regime di mobilità dando l’illusione a 350 persone di poter presto trovare un lavoro nonostante, scrive Affaritaliani.it, “la grande abbuffata di colletti bianchi con la parentopoli alemanniana”.L’adesione agli scioperi del trasporto pubblico locale a Roma, rilevati da Atac SpA alle 11,30 di stamani, è stata complessivamente del 45%. Controlla qui le linee che potrebbero rimanere ferme.