Corinna Schumacher: «Michael progredisce ogni giorno, lentamente»

di Andrea Mollica | 10/07/2014

Corinna Schumacher ha rotto il silenzio sullo stato di salute di suo marito Michael, parlando con un settimanale femminile tedesco. La moglie del 7 volte campione del mondo di Formula 1 conferma come ogni giorno ci siano dei progressi, anche se lenti.

 

F1 Grand Prix Of Abu Dhabi - Previews
Mark Thompson/Getty Images

 

MICHAEL SCHUMACHER E CORINNA – Durante un concorso ippico svoltosi presso la tenuta sul lago di Ginevra dove vive con la sua famiglia Corinna Schumacher ha scambiato alcune parole con i giornalisti di Neue Post, una rivista femminile tedesca. La moglie di Michael Schumacher ha confermato che ogni giorno ci siano progressi, anche se la riabilitazione dell’ex pilota della Ferrari procede lentamente. Una dichiarazione pubblica che ha rotto il tradizionale silenzio di Corinna Schumacher e degli altri componenti della famiglia, un piccolo segnale che indica un miglioramento per la salute di Michael uscito dal coma ormai da qualche settimana.

LEGGI: Come sarà la riabilitazione di Michael Schumacher

MICHAEL SCHUMACHER E LA RIABILITAZIONE – Michael Schumacher è stato trasferito qualche settimana fa alla clinica di Losanna CHUV, dove sta affrontando la riabilitazione dopo la sua uscita dal coma. La struttura ospedaliera svizzera è altamente specializzata, ed inoltre si trova a poca distanza dalla residenza della famiglia, permettendo a Corinna come ai suoi figli di andare a trovare il 7 volte campione del mondo con maggior facilità. Michael Schumacher ha subito un gravissimo trauma cranico sulle nevi francesi poco prima della fine del 2013, e da allora la sua situazione di salute è gradualmente migliorata, anche se i danni provocati dall’incidente dovrebbero essere piuttosto estesi. La sua cartella sanitaria è stata rubata durante il trasferimento dall’ospedale francese dove in cura dopo la caduta sugli sci alla clinica di Losanna, e le autorità svizzere stanno indagando su questo furto.

(Photocredit: Mark Thompson / Getty Images, Mark Thompson / Getty Images)