Daniel Radcliffe non vuole più essere Harry Potter

di Redazione | 09/07/2014

Mentre i tanti fan della saga di Harry Potter sono ancora in fermento per l’articolo pubblicato da J. K. Rowling in persona che svela la vita dei protagonisti sette anni dopo l’epilogo della storia, Daniel Radcliffe mette le mani avanti e spiega che, comunque andranno le cose, non vestirà mai più i panni del maghetto inglese che lo hanno reso famoso.

Daniel Radcliffe (Foto: Photo by Andrew Toth/Getty Images)
Daniel Radcliffe (Foto: Photo by Andrew Toth/Getty Images)

«HO RECITATO UN SOLO PERSONAGGIO PER TANTO TEMPO» – A tredici anni da Harry Potter e la pietra filosofale e a tre anni dalla conclusione della saga cinematografica, Radcliffe ha spiegato di voler lasciar perdere i blockbuster e le grandi produzioni hollywoodiane per concentrarsi sul cinema indipendente e sugli sceneggiati per la tv. «Penso che questa mia decisione sia connessa in qualche modo a Harry Potter – ha detto l’attore, oggi 24enne – Anche se forse non nel modo in cui tutti pensano. Ho recitato un solo personaggio per così tanto tempo che penso di essere un po’ invidioso, e di avere il desiderio di provare quante più cose possibili. Ora che posso, sto cercando di farlo il più possibile».

«NON SARÒ PIÙ HARRY POTTER» – Non è chiaro se il breve “articolo” pubblicato dalla Rowling – che racconta la vita da trentenni di Harry, Hermione, Ron e tutti gli altri protagonisti della saga – diventerà o meno un nuovo film. Tuttavia, anche se questa produzione dovesse vedere la luce, Daniel Radcliffe sembra essere seriamente intenzionato a non prestare più il suo volto a Harry. «Penso che rifiuterei. Non ho ancora letto quello che ha scritto – ha detto Radcliffe al The Hollywood Repoter, riferendosi all’articolo della Rowling – Ma da quello che ho capito è un testo molto corto. E lui è di dieci anni più vecchio di quanto io sia ora».

 

 

LEGGI ANCHE: Harry Potter sette anni dopo: ecco che fine hanno fatto i protagonisti

 

«NON CAMBIERÒ IDEA» – Anche se Daniel Radcliffe non esclude la possibilità di interpretare un cameo in Fantastic Beasts – lo spin off nato dal libro del “magizoologo” Newt Scamandro, di cui si parla in Harry Potter – sembra essere abbastanza deciso a mettere via per sempre occhiali tondi e bacchetta: «Non penso che cambierò idea. Non possiamo continuare a interpretare questi personaggi anche quando avremo quarant’anni, quindi c’è bisogno di mettere la parola fine».

(Photocredit copertina: Foto: Getty Images/Courtesy of Warner Bros./Newsmakers)