Teresa Fidalgo, la vera storia della bufala che spaventa Instagram

di Maghdi Abo Abia | 30/06/2014

teresa fidalgo

L’Indipendent ci svela la verità riguardo la storia di Teresa Fidalgo, protagonista di una catena nata in internet nel 2011 a seguito della diffusione di un video che si diceva ritrovato in un’auto incidentata a Sintra, in Portogallo, a seguito di uno scontro che ha causato la morte di due passeggeri, il ferimento di un terzo e la sparizione di una quarta persona che in realtà doveva essere, almeno secondo quanto registrato, un fantasma.

teresa fidalgo (2)

 

TERESA FIDALGO, LA CATENA – La storia è diventata famosa anche per via di una catena che recitava pressapoco così:

ciao sono Teresa Fidalgo oggi faccio 27 anni di morte se non posti questo messaggio ad altre 20 persone dormiro con te per sempre se non ci credi vai su google Teresa Fidalgo invia questo a 20 persone una bambina l’ha lasciato perdere e gli è morta la mamma dopo 20 giorni.

Teresa Fidalgo – Le foto

La catena, diffusa all’inizio tramite sms, negli ultimi giorni è comparsa prepotentemente su Instagram riportando alla ribalta una storia famosa più che altro per i «si dice» piuttosto che per fatti reali.

 

LEGGI ANCHE: Anche Francesco Renga fa parte del grande complotto delle scie chimiche!1

TERESA FIDALGO, IL VIDEO – Cercando infatti Teresa Fidalgo su Google appaiono diverse versioni della stessa catena nata da un video virale creato dal produttore portoghese David Rebordão dal titolo «A Curva». Ispirandosi a  «The Blair Witch Project», il filmato in questione mostra il viaggio di tre amici che ad un certo punto s’imbattono in un’autostoppista, appunto Teresa Fidalgo. La nuova passeggera, alquanto silenziosa, ad un certo punto fa vedere il luogo in cui è morta in un incidente stradale. La videocamera inquadra il luogo per poi tornare sul suo volto, improvvisamente sporco di sangue.

TERESA FIDALGO, LA VERITÀ – Questa storia, l’evocazione di un incidente del passato che porta ad un nuovo sinistro in cui muoiono due dei tre protagonisti ha affollato le fantasie e le paure di milioni di teen-ager negli ultimi anni. Lo stesso produttore ha ammesso che la storia è falsa ma il continuo riproporsi anche attraverso diversi medium ha fatto si che lo stesso Rebordão sta cercando finanziamenti per riprendere il soggetto e sfruttarlo nuovamente per una sceneggiatura più articolata.

TERESA FIDALGO, IL VIDEO SU WHATSAPP

La minaccia, uguale identica, gira, settimane dopo, anche su Whatsapp. Si tratta di una storia falsa, una bufala a cui non dare retta.

(Photocredit Youtube – David Rebordão)