|

I pizzini fra Matteo Renzi e Luigi Di Maio

Luigi Di Maio ha pubblicato sulla sua pagina Facebook i famosi pizzini con Matteo Renzi che avevano animato la mattinata delle cronache politiche.

I PIZZINI FRA RENZI E DI MAIO –  “Tanti giornalisti mi contattano perche’ stamattina in Aula hanno visto uno scambio di biglietti (iniziato da lui) tra me e Matteo Renzi. Li hanno definiti ‘pizzini tra Renzi e Di Maio’. Ci conoscete, massima trasparenza, li leggerete a breve”. Così aveva scritto su facebook Luigi Di Maio, deputato 5 stelle e vicepresidente della Camera, prima di pubblicare le foto dei ‘pizzini’ su facebook con la scritta “Carteggio Renzi-Di Maio”. Il carteggio, avvenuto stamane, è durato per qualche b bigliettino ma sino alla pubblicazione degli scritti, nessuno conosceva davvero il contenuto del testo. Scrive il premier Renzi a Di Maio: “Scusa l’ingenuita’, caro Luigi. Ma voi fate sempre cosi? Io mi ero fatto l’idea che su alcuni temi potessimo davvero confrontarci, ma e’ cosi’ oggi per esigenze di comunicazione o e’ sempre cosi’ ed e’ impossibile confrontarsi? Giusto per capire. Sul serio, senza alcuna polemica”. Replica Di Maio: “Ciao, 1) guida al regolamento: i banchi del governo devono essere liberi da deputati quando qualcuno parla in aula. Il governo e’ tenuto ad ascoltare i deputati. La Boldrini doveva richiamare la Polverini. Non lo ha fatto. 2) Forse non e’ chiaro che in un anno abbiamo visto di tutto. Abbiamo visto la tua maggioranza votare in 10 mesi: 2,5 miliardi di euro di condono alle slot machine. 7,5 miliardi di euro alle banche. 50 miliardi fi euro per gli F35. Che ti aspettavi gli applausi?”.

Ecco cosa si sono detti i due, clicca sulle foto per ingrandire:

PIZZINI DI MAIO-RENZI, I COMMENTI – E sotto le immagini fioccano i commenti dei fan di Luigi Di Maio.

COSA ERA SUCCESSO – In Aula alla Camera giravano “pizzini” durante il dibattito sul programma di Matteo Renzi. Il presidente del Consiglio aveva mandato con un commesso un bigliettino a Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera ed esponente di M5S, il gruppo a cui appartiene Andrea Colletti che lo ha duramente criticato poco fa in Aula durante il dibattito.

IL PIZZINO DI MATTEO RENZI A DI MAIO
 – C’erano carteggi di risposta del vicepresidente della Camera e deputato M5s Luigi Di Maio. Una replica di cui, nella sostanza, molti avevano indovinato il senso, ovvero “Matteo, ma che ti aspettavi?”

LEGGI ANCHE: Carlo Sibilia e Renzi come se fosse Antani

COSA AVEVA DETTO COLLETTI –
 “Lei qui e’ un abusivo, entrato con una manovra di Palazzo dopo aver accoltellato il suo compagno di partito. Lei e’ ancora piu’ bravo di Berlusconi, un vero venditore di pentole. Il Giorgio Mastrota” della politica: così il deputato M5S Andrea Colletti parlando in Aula durante il dibattito sulla fiducia al governo si era rivolto al presidente del Consiglio Matteo Renzi. “Noi – aggiungeva – abbiamo un vero rispetto delle Istituzioni, che voi non potete rappresentare invece”.