|

Gli spari contro gli autobus a Tor Bella Monaca

Il Messaggero di oggi racconta di una serie di spari arrivati contro alcuni autobus che in questi giorni transitavano nel quartiere romano di Tor Bella Monaca. Si parla di pallini di piombo per infrangere i vetri, e negli ultimi giorni, di sette mezzi centrati:

L’ultimo episodio risalirebbe a una decina di giorni fa, quando i proiettilihanno distrutto uno dei vetri posteriori. Ma non è che l’epilogo, dicono dalla Cisl, di quanto sta accadendo ai busAtac che transitano a Tor BellaMonaca, nella zona che include la famigerata via dell’Archeologia. Sono almeno 7 i mezzi nuovi di zecca danneggiati e fermi nel deposito di Tor Sapienza. Tutti con i vetri rotti. Tra i sedili gli autisti hanno trovato pietre e biglie lanciate probabilmente con le fionde e piccoli proiettili sparati, si presume, con una carabina ad aria compressa. Ora gli autistiminacciano di non passare più per quel dedalo di strade che hanno in comune il serpentone, il fabbricato in cemento armato che attraversa il quartiere simbolo del degrado, una zona soprannominata la «Scampia romana».

Le zone in cui sono arrivati gli spari contro gli autobus a Tor Bella Monaca:

spari autobus tor bella monaca

E si cercano le possibili soluzioni:

Alcuni dipendenti Atac hanno chiesto di bypassare l’area, chiedendo la deviazione delle linee in questione nelle fasce orarie tardo pomeridiane e serali, le più a rischio. La lettera inviata al prefetto, al Campidoglio, ai vertici dell’azienda, parla chiaro: «Avendo più volte denunciato il fatto e non avendo trovato riscontri al problema da parte degli organi preposti – scrive la segreteria del consiglio di azienda – riteniamo inevitabile attivare a difesa dell’incolumità e della sicurezza delle persone quanto previsto dalla legge (la sospensione del servizio)». Sono in molti, infatti, a temere che gli atti vandalici possano coinvolgere anche le persone presenti nei mezzi, autisti compresi