Governo Renzi: ecco la lista dei nuovi ministri

di Redazione | 21/02/2014

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI, I COMMENTI DI TWITTER – La lista di Matteo Renzi ha lasciato perplessi gli utenti di Twitter che attraverso l’hashtag #governorenzi stanno commentando il nuovo esecutivo rimarcando le distanze dagli esecutivi Letta e Monti e parlando di scelte a volte non comprese, come Dario Franceschini alla cultura o l’uscita di scena di Emma Bonino. Intanto è opportuno registrare quanto riportato da Skytg24, che ha ascoltato il colloquio di Napolitano con un giornalista con il Presidente della Repubblica che ha spiegato che la mano sul fuoco sull’arrivo al 2018 di questo governo non può metterla nessuno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI, RENZI DIRETTO ALLA CAMERA – Secondo ricostruzioni giornalistiche Matteo Renzi si sta recando alla Camera per un incontro con il Presidente Laura Boldrini.

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI, PARLA NAPOLITANO – E dopo Matteo Renzi parla il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. «Il governo che avete visto -ha spiegato Giorgio Napolitano- giustifica il tempo impiegato per stabilire la lista. E questa è nata in una serena collaborazione istituzionale. E l’impronta del Presidente Matteo Renzi risulta evidente dai nomi chiamati ai ministeri della Repubblica. E questo clima di collaborazione si è rispecchiato in ripetuti scambi di opinioni e consigli tra Presidente incaricato e Presidente della Repubblica. Queste due ore e mezzo sono state anche di lavoro parallelo e di routine mentre il Presidente del Consiglio ha completato il suo lavoro di consultazioni. E vorrei assicurare i cultori di ricostruzioni giornalistiche a tinte forti il mio braccio non è stato posto ad alcuna prova di ferro. Condivido profondamente l’accento posto dal Presidente Renzi sull’esigenza di adottare in tempi brevi le riforme strutturali per le istituzioni e per l’economia ed il lavoro che non possono attendere. E perché si procedesse per superare anni di esitazioni mi sono speso per tutti questi anni di mia presidenza e confido che non si perda quest’occasione perché non possiamo concederci il lusso di perderla. Per questo colgo l’occasione per augurare il meglio al governo associandomi a Matteo Renzi nel suo ringraziamento ad Enrico Letta al quale va il mio augurio affinché in futuro possa aiutare in Parlamento l’Italia con la sua esperienza»

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI, LE PAROLE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO – E parlando della durata, secondo Matteo Renzi, il tempo impiegato è stato ben investito, riferendosi alle due ore e mezza necessarie, spiegando che ci vuole tempo per sistemare un governo che deve durare fino al 2018 anche se in realtà il governo inizierà a lavorare da domani mattina anche per dare una risposta agli investitori internazionali. E questo messaggio è stato apprezzato, anche se da parte dell’esecutivo sarebbe un errore dire di puntare ad una scadenza senza parlare di riforme ed in special modo al lavoro. Ed i primo obiettivo è quello di lavorare da domani mattina. Questo è un governo di concretezza che vede agire una squadra di sindaci. E questo rappresenta un segnale che vuole portare le istanze della gente nei mercati finanziari e nei palazzi della politica, perché c’è bisogno di ascoltare le necessità di chi vive nei mercati rionali. E per la prima volta, continua Renzi, l’Italia ha un governo con una parità di genere e questo dev’essere un pensiero bello per le ragazze che ritengono che la politica non sia una cosa bella. E se un Presidente del Consiglio può essere un ragazzo sotto i 40 anni, vuol dire che in Italia niente è impossibile. E ad una giornalista che le chiede se è disposto a dimettersi in caso di un insuccesso, dice che tutti loro si giocano la faccia, non solo la carriera. Ed incalzato sulle sue dichiarazioni in cui diceva che non avrebbe fatto come D’Alema nel 1998, dice che risponderà in Aula e che loro stanno rischiando tutto con determinazione ed amore per l’Italia.

lista-ministri-governo-renzi (2)

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI, LA LISTA – Matteo Renzi dice che il governo dovrà dare una speranza alle giovani generazioni ed a tutta l’Italia, facendo di tutto per meritare la fiducia sua e di tutti gli italiani, con gli italiani che attendono risposte concrete. La lista è la seguente: sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri, Graziano Delrio.
Ministeri con portafoglio: Esteri, Federica Mogherini,
Interno: Angelino Alfano,
Giustizia, Andrea Orlando,
Difesa, Roberta Pinotti,
Economia e delle finanze: Pier Carlo Padoan,
Ministero dello Sviluppo Economico, Federica Guidi,
Politiche agricole, alimentari e forestali: Maurizio Martina.
Ambiente e tutela del territorio del mare: Gianluca Galletti.
Infrastrutture e trasporti: Maurizio Lupi,
Lavoro e politiche sociali, Giuliano Poletti,
Istruzione e ricerca, Stefania Giannini,
Beni culturali: Dario Franceschini,
Salute: Beatrice Lorenzin.
Ministeri senza portafoglio:
Riforme costituzionali e riforme: Maria Elena Boschi,
Semplificazione e pubblica amministrazione: Marianna Madia,
Affari Regionali: Maria Carmela Lanzetta.

Renzi dice che per la prima volta un governo è fatto per metà da donne, da 16 persone. Prima c’era un De Gasperi con 15 ministeri ma non era una competizione e da domani mattina l’esecutivo si metterà al lavoro. Infine vuole proporre un pensiero non formale al netto delle polemiche politiche di gratitudine nei confronti di Enrico Letta non per un mero pensiero formale ma per un elemento di sostanza.

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI, PRONTA LA LISTA – Renzi ha sciolto la riserva presentando la lista che verrà letta a breve con il giuramento che si terrà domani alle 11.30 al salone delle feste. Si aspetta quindi la lista dei ministri. Sono momenti decisivi.

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI, ENTRA IN GIOCO CARLO CALENDA? – Intanto si dice che Carlo Calenda, già segretario di Italia Futura, uomo vicino a Montezemolo, dovrebbe prendere in mano il ministero di quello che è stato definito il Made in Italy, mentre il presidente della Ferrari potrebbe dirigere Alitalia. Ed a proposito di ministri, Matteo Salvini, chiamato a commentare le voci sui ministri, ha parlato del ministro Kyenge felicitandosi della sua uscita dall’esecutivo: «L’unica nota positiva di questa farsa è la scomparsa della Kyenge, ministro inutile come sempre denunciato dalla Lega».

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI, RENZI ARRIVA? – Matteo Renzi ha scritto su Twitter «Arrivo, arrivo! #lavoltabuona». Che si sia arrivati finalmente al momento topico? Intanto la porta è ancora chiusa. Secondo Davide Allegranti questo tweet, che avrebbe creato imbarazzo tra i presenti vista la rottura di un protocollo conclamato, potrebbe essere stato compiuto dallo staff.

lista-ministri-governo-renzi (1)

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI, L’INTERVISTA A DAVIDE ALLEGRANTI – La7 intervista Davide Allegranti, giornalista «renzologo» commenta l’attesa ed interpellato sulla spavalderia di Renzi che aveva parlato di una lista già pronta dicendo che in effetti ci sono degli iceberg e che la discussione andrà per le lunghe. Ed al di là delle ironie su un Renzi-Bis, ci sono dei problemi e bisognerà approfondirli. Allegranti aggiunge che al momento i problemi possono riguardare sia le nomine sia i numeri. Una cosa è certa, visto che arrivano messaggi dalla stanza. Le cose andranno per le lunghe anche perché ci vorrà il via di Napolitano. E per quanto riguarda Ncd, Allegranti si chiede se per il movimento di Alfano come possano mettersi le cose in previsione di un’elezione anticipata, mentre i renziani nelle ultime settimane hanno compiuto uno scouting con il Movimento Cinque Stelle, svelando che alcuni di questi, toscani, sono stati contattati dai renziani al senato e questa possibilità c’è. Allegranti spiega poi che il peccato originale che dovrà far dimenticare Renzi è il regicidio, ovvero la caduta del governo Letta.

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI, DIFFICOLTÀ ANCHE AL MINISTERO DELLA DIFESA? – In attesa dell’uscita di Matteo Renzi, i giornalisti giocano a ricordare altri casi in cui l’incontro tra Presidente del Consiglio incaricato e Presidente della Repubblica evocando il precedente di Silvio Berlusconi nel 1994 e di Mario Monti nel 2011, quando l’incontro con Napolitano durò circa tre ore. Enrico Mentana accenna poi ad una seconda difficoltà legata al ministero della Difesa, con Napolitano che vorrebbe mantenere la continuità specie per quanto riguarda la questione dei Marò in India. Quindi secondo Napolitano anche Mario Mauro dovrebbe restare al suo posto. Niente da fare, quindi, per Roberta Pinotti.

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI, FRIZIONI SU EMMA BONINO? – Secondo Skytg24 tra i motivi dell’attesa c’è l’inamovibilità di Giorgio Napolitano sul ruolo di Emma Bonino al ministero degli Esteri. Le fonti parlano di un «intoppo grosso». Mentre per quanto riguarda Graziano Delrio, appare certa la sua nomina a sottosegretario. Enrico Mentana, su La 7 parla di un imprevisto dell’ultim’ora legato o ai numeri in Parlamento o alla questione legata ad Emma Bonino, con Matteo Renzi che non si aspettava di passare tanto tempo a colloquio con Napolitano, con il Presidente del Consiglio incaricato che sperava che ogni nodo fosse stato risolto.

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI, LE INDISCREZIONI SUI NOMI DEI MINISTRI – Riguardo alla lista dei ministri del governo Renzi che avrebbe preso a circolare sul web da qualche minuto, anche Paolo Celata, corrispondente di Enrico Mentana, in diretta su TgLa7, parla della nuova squadra di governo composta da Roberta Pinotti alla Difesa, Stefania Giannini all’Istruzione, Federica Guidi allo Sviluppo Economico, Maria Elena Boschi ai Rapporti Parlamento, Federica Mogherini agli Esteri, Beatrice Lorenzin alla Sanità, Marianna Madia alle Pari Opportunità e Valeria Fedeli alla PA, Angelino Alfano agli Interni, Gratteri alla Giustizia, Pier Carlo Padoan all’Economia, Franceschini alla Cultura, Andrea Orlando all’Ambiente, Maurizio Lupi alle Infrastrutture, Giuliano Poletti al Lavoro; Gianluca Galletti all’Agricoltura con Graziano Delrio sottosegretario. In questo caso si avrebbe un governo con sedici ministri, come già rivelato dalle indiscrezioni, otto uomini e otto donne.

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI, SI ANNUNCIANO «SORPRESE» AL MINISTERO DELLE PARI OPPORTUNITÀ – Aurelio Mancuso, attivista per i diritti LGBT e componente della commissione nazionale di garanzia del Partito Democratico, annuncia con un tweet una possibile «sorpresona» di Matteo Renzi per quanto riguarda il ministro delle Pari Opportunità. E poi, rispondendo al tweet di un suo follower, aggiunge: «sarà una donna della minoranza cuperliana». Nel frattempo continua, ormai da quasi un’ora, il colloquio tra Renzi e Giorgio Napolitano.

 

 

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI, CONTINUA IL COLLOQUIO TRA RENZI E NAPOLITANO – Da circa trenta minuti Matteo Renzi è a colloquio con il presidente Napolitano: fuori dallo studio, tra le decine di giornalisti e addetti ai lavori, sale l’attesa per i nomi del nuovo governo Renzi che, riferiscono le agenzie, sarà un governo «snello» con la metà dei ministri donne.

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI, C’È GIÀ LA LISTA? – Su Facebook Stefano Albamonte pubblica quella che sarebbe la lista dei ministri del governo Renzi:

Mi è arrivata una email di tal #MrMinistro con questa la lista ministri #GovernoRenziassunta da una serie di telefonate tra fonti Pd, Quirinale e SceltaCivica: Pinotti alla Difesa, Giannini all’Istruzione, Guidi allo SviluppoEconomico, Boschi ai RapportiParlamento, Mogherini agli Esteri, Lorenzin alla Sanità, Madia alle PariOpportunità e Fedeli alla PA, Alfano agli Interni, Gratteri alla Giustizia, Padoan all’Economia, Franceschini alla Cultura, Orlando all’Ambiente, Lupi alle Infrastrutture, Poletti al Lavoro; all’Agricoltura Galletti. Delrio sottosegretario. Non so se corrisponda al vero ma la vedo attendibile

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI 2

lista ministri governo renzi

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI, L’OPINIONE DI SILVIO BERLUSCONI – «Renzi ha la maggioranza nel suo partito, ma non in Parlamento. Molti deputati Pd sono bersaniani e dalemiani». Lo ha detto Silvio Berlusconi, secondo quanto riporta l’account Twitter di Forza Italia, incontrando i volontari dei Club forza Silvio.

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI, PIER CARLO PADOAN AL MINISTERO DELL’ECONOMIA – Nel frattempo arriva già la prima conferma: Per Carlo Padoan è il nuovo ministro dell’Economia. Economista e professore, Padoan è stato consulente presso la Banca Mondiale, la Bce e la Commissione Europea. Per sei anni è stato vicesegretario generale e capoeconomista dell’Ocse.

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI, I CORAZZIERI DAVANTI ALLA PORTA – In attesa dell’arrivo di Matteo Renzi al Quirinale davanti alla famosa porta si sono posizionati i due Corazzieri, come in tutti gli incontri ufficiali.

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI 1

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI, MATTEO RENZI AL QUIRINALE – Matteo Renzi è appena uscito dalla sede del Pd, e in pochi minuti dovrebbe arrivare al Quirinale, con la lista dei ministri da presentare a Napolitano.

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI, PERCHE’ SI E’ TARDATO? – Molti giornalisti si domandano cosa stia accadendo e cosa freni Matteo Renzi dal rendere pubblica la lista, i rumor più accreditati volevano fosse un problema relativo alle quote rosa. Il lavoro di rifinitura sarebbe stato svolto anche tenendo contatti con il Quirinale. Ambienti Pd in Parlamento danno quasi per acquisito Pier Carlo Padoan all’Economia e parlano di Nicola Gratteri alla Giustizia, dove fino a poche ore fa sembrava ancora dovesse andare Dario Franceschini. Parrebbe confermato Angelino Alfano agli Interni, ma non dovrebbe mantenere la carica di vice-premier. Le stesse fonti, però, spiegano che diverse caselle continuano a cambiare di mezz’ora in mezz’ora. Ora scopriremo la verità.

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI, IL NODO DELL’ECONOMIA – Uno dei problemi principali sarebbe stato quello di riempire la «casella» del Ministero dell’Economia, per cui era circolato con insistenza il nome dell’economista Pier Carlo Padoan. Poco dopo le 16 il Sole 24 Ore ha pubblicato una dichiarazione dello stesso Padoan che, da Sydney, avrebbe detto di essere in viaggio per Roma per «fare il ministro dell’Economia».

LISTA MINISTRI GOVERNO RENZI, IL NODO DI ALFANO – Uno degli altri punti caldi era rappresentato da Alfano e dalla riconferma dei ministri di Nuovo Centrodestra. In giornata erano arrivate indiscrezione sulla confema di Maurizio Lupi e Beatrice Lorenzin rispettivamente alle Infrastrutture e alla Salute. Per quanto riguarda Alfano, invece, si era parlato con insistenza di una sua conferma agli interni senza però la carica di vicepremier.