Eduardo De Falco: il pizzaiolo che si uccide per una multa del fisco

di Maria Teresa Mura | 21/02/2014

Eduardo De Falco aveva 43 anni e tre figli: una ragazzina di quattordici anni e due gemellini di cinque. Faceva il pizzaiolo e il panettiere, e ieri si è ucciso per una multa di duemila euro comminatagli dal fisco per aver fatto lavorare la moglie in bottega senza averla regolarmente assunta. La foto della panetteria di Eduardo De Falco:

eduardo de falco pizzaiolo

EDUARDO DE FALCO: IL PIZZAIOLO CHE SI UCCIDE – Racconta il Corriere di Eduardo De Falco:

Una vita spesa a svegliarsi all’alba e tornare a casa alle dieci di sera. La sua «Speedy pizza » aveva anche conosciuto anni di buoni affari dopo l’apertura, nel ‘94. Fu il primo forno elettrico del paese, un successo. Ma di quel periodo non è rimasto che un vago ricordo perché ormai da molto tempo era un continuo arrancare per arrivare alla fine del mese. Tanto che tre anni fa Eduardo e Lucia erano stati sul punto di chiudere: troppe spese, troppe tasse e guadagni troppo bassi. Ma i familiari l’avevano convinto a non farlo e l’avevano aiutato a rilanciare l’attività, all’inizio soltanto pizzeria e da allora anche panetteria. Lucia durante il giorno dava una mano. Ed è proprio per la sua presenza senza un contratto che gli ispettori hanno firmato il verbale dell’altro ieri. Uno choc per Eduardo che aveva appena finito di pagare una cartella esattoriale di Equitalia e che ne aveva ricevuta un’altra da poco. Adesso c’era da aggiungere la nuova multa e in più lo spettro della chiusura e di un procedimento penale.

eduardo de falco pizzaiolo 1

Ed ecco il motivo del gesto:

Lucia dice che era così sconvolto da sembrare distante, assente: «Non era tanto per quei duemila euro quanto per essersi sentito colpito nella sua dignità di uomo e di padre di famiglia». Mercoledì sera, dopo aver trovato con l’aiuto di amici e parenti i soldi da pagare entro ieri, ha deciso di alzare al sua bandiera bianca. Una vita così dev’essergli sembrata una non vita. E fa tenerezza, ai suoi colleghi, il ricordo di domenica scorsa: la pasticceria vicino alla sua Speedy pizza è andata a fuoco e lui ha organizzato una colletta per aiutare il proprietario amico. Oggi, a Casalnuovo, ci saranno solo serrande abbassate: è un omaggio alla memoria di un uomo perbene che ha deciso di arrendersi.